rotate-mobile
Attualità

"I sindaci rispettino il decreto del Governo che garantisce la presenza": Priorità alla scuola scrive a Decaro e ai prefetti

"Dal 7 aprile vanno garantite le attività scolastiche in presenza" scrive il comitato che chiede siano rispettate le direttive del governo e che non ci siano interpretazioni differenti da parte dei sindaci come accaduto ad Alberobello

“Le scuole vanno riaperte a partire da mercoledì 7 aprile come stabilisce il decreto legge del primo aprile, che garantisce in presenza lo svolgimento delle attività fino al primo anno della scuola secondaria di primo grado, senza possibilità di deroghe. Priorità alla scuola Puglia scrive una lettera ad Antonio Decaro in qualità di presidente dell’Anci nazionale, nonché sindaco di Bari, così come a tutti i prefetti pugliesi per chiedere che siano rispettate le norme varate dal governo per tutto il territorio nazionale in tema di scuola. Una lettera necessaria secondo il comitato che raccoglie genitori e insegnanti dopo il caso Alberobello, dove il sindaco ha decretato la chiusura di tutte le scuole e il coprifuoco anticipato per i minori di 16 anni. Il tutto “richiamando dati generici”, su contagi Covid, focolai e necessità eccezionali di intervento senza indicare le autorità sanitarie che “avrebbero fornito le interpretazioni necessarie”.

Priorità chiede dunque che ai sindaci sia indicata la corretta interpretazione della norma senza danneggiare gli studenti della Regione. La lettera arriva due giorni dopo l’ordinanza con la quale il governatore pugliese Michele Emiliano aveva ribadito la facoltà di scelta per le famiglie e responsabili dei minori che potranno optare per la didattica integrata per gli alunni. Priorità alla scuola di Puglia, con tutto il coordinamento nazionale ha organizzato il cosiddetto mailbombing, vale a dire un invio collettivo con chi volesse aderire, di messaggi di posta elettronica rivolti ai capigruppo di Camera e Senato per chiedere di votare la mozione per l’apertura di tutte le scuole.

“Oggi in aula – si legge - sarà presentata una mozione che chiede la riapertura in presenza delle scuole di ogni ordine e grado su tutto il territorio italiano. Vi chiediamo di votarla e di farla votare ai vostri deputati, per porre fine al grave danno all’istruzione di bambine e bambini e adolescenti e al loro disagio pisco-fisico. Disagio che provano anche molti docenti, anch'essi con gravi difficoltà sul lavoro e sempre più consapevoli che nei ragazzi si sta insinuando apatia e demotivazione nel seguire le lezioni a distanza”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"I sindaci rispettino il decreto del Governo che garantisce la presenza": Priorità alla scuola scrive a Decaro e ai prefetti

BariToday è in caricamento