menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Polfer, nel 2020 oltre 178mila controlli e 25 arresti tra stazioni e treni: il bilancio annuale

Il Compartimento polizia ferroviaria per la Puglia, la Basilicata e il Molise ha reso disponibile i dati delle attività del 2020, che comprendono anche contrasto ai furti di cavi di rame, prevenzione e rintracciamento di persone scomparse

Centosettantottomila e quattrocentotrentotto persone controllate, 281 denunciate e  25 arrestate: sono i numeri che ritraggono l'attività tra stazioni e treni del Compartimento polizia ferroviaria per la Puglia, la Basilicata e il Molise nell'anno appena trascorso. Come ricordato dallo stesso Compartimento in una nota, nel 2020 sono state  27 persone sono state segnalate all’Autorità Amministrativa per l’uso personale di sostanze stupefacenti, mentre a circa 3 chilogrammi, per lo più cannabis, corrisponde il quantitativo di sostanza stupefacente sequestrata, anche con l’ausilio delle unità cinofile della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza.

 Altro elemento preso in esame dall'annuale relazione delle attività, c'è il contrasto ai furti di rame di proprietà di imprese ferroviarie. Il Compartimento nel 2020 ha effettuato 442 servizi di pattugliamento delle linee ferroviarie maggiormente interessate dal fenomeno predatorio, con 185 depositi di metallo o rottamai sottoposti a controllo e 1800 chili di cavi di rame rubati recuperati. Nell'ambito delle operazioni sono state arrestate 6 persone per furto aggravato di cavi di rame e denunciate 11 per ricettazione. 

Passando all'attività di prevenzione, nel 2020 sono state identificate 178.438 persone ritenute sospette, di cui 18.539 cittadini stranieri, dei quali 22 rintracciati in posizione irregolare sul territorio nazionale. Sono state invece 27.330 le persone controllate con pregiudizi di polizia e penali, 6.082 i veicoli sottoposti a verifica, 480 le sanzioni amministrative elevate per la violazione del Regolamento di Polizia Ferroviaria e del Codice della Strada. Inoltre sono stati espletati 9.639 i servizi di vigilanza espletati nell’ambito degli scali ferroviari e 531 quelli antiborseggio nelle stazioni, assicurando la presenza di 1.178 pattuglie della Polizia Ferroviaria su 1.981 treni del trasporto regionale e a lunga percorrenza diurna/notturna.

"Ed ancora, nelle stazioni e sui treni, ove quotidianamente transitano decine di migliaia di passeggeri - aggiungono dalla Polfer - durante il 2020 sono state rintracciate 21 persone scomparse, allontanatesi dai nuclei famigliari o da case di accoglienza, tra cui 14 minori. Nel corso dell’anno sono stati salvati anche due animali, appartenenti a specie protette: un riccio ed un barbagianni, affidati agli agenti del settore faunistico del Centro Recupero Animali Selvatici della Regione Puglia". L'attività del Compartimento è passata anche dalle campagne di prevenzione destinate alle scuole, con il progetto di sicurezza ferroviaria “Train to be cool”, nell’ambito del quale, solo nei primi due mesi dell’anno, sono stati coinvolti 762 studenti, soprattutto delle scuole medie superiori. Nell’anno appena iniziato la Polizia Ferroviaria è disponibile per lezioni in modalità 'a distanza'.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento