Quarto caso di meningite in Puglia: 50enne ricoverato al Miulli

L'uomo, da due giorni nell'ospedale di Acquaviva, è in condizioni stabili. Secondo l'osservatorio epidemiologico regionale arebbe stato colpito dal batterio pneumococco

Un uomo di 50 anni è ricoverato da 2 giorni nell'ospedale 'Miulli' di Acquaviva a causa di una forma di meningite dovuta al batterio pneumococco. Si tratta del quarto caso, in poche settimane, nella regione. Il paziente è in condizioni stabili, in base a quanto riferisce l'Osservatorio epidemiologico della Regione Puglia. Il numero dei casi registrati, afferma lo staff scientifico dell'Ente, rientrerebbe tra quelli in attesa e previsti per questo periodo.

"Il caso di meningite riscontrato all'ospedale Miulli - ha chiarito in mattinata il sindaco di Acquaviva, Davide Carlucci - è di tipo pneumococcicco e non meningococcico. Non ci sono, dunque, rischi di diffusione. Questo è quello che è emerso dagli esami".

*Ultimo aggiornamento ore 17
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • Nuovo Dpcm: verso lo stop a spostamenti dai Comuni per Natale e Capodanno, dal 21 viaggi tra regioni solo per rientro nella propria residenza

  • L'indice Rt scende sotto l'1 in Puglia e Lopalco risponde ai medici: "Non siamo regione da zona rossa"

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Il Dpcm di Conte: la Puglia è arancione (gialla sotto Natale). Si torna a scuola il 7 gennaio. "No non conviventi in casa"

Torna su
BariToday è in caricamento