Cronaca

Caso Tarantini, in settimana l'interrogatorio a Berlusconi

I pm della Procura di Napoli ascolteranno il premier. Concessi intanto i domiciliari nell'abitazione romana alla moglie di Tarantini, Angela Devenuto. Nei prossimi giorni saranno sentiti anche nuovi testimoni

Procede l'inchiesta dei pm della Procura di Napoli sul presunto ricatto al premier Berlusconi da parte dei coniugi Tarantini. I magistrati stanno accelerando la chiusura dell'indagine, che verrà probabilmente trasmessa ad un'altra sede non appena saranno definiti con maggiore chiarezza i luoghi in cui si sarebbero consumati gli illeciti. Nei prossimi giorni i pm ascolteranno anche lo stesso Silvio Berlusconi in qualità di persona offesa, sebbene il Presidente del Consiglio abbia sin dal primo momento sostenuto che i soldi versati a Tarantini non erano frutto di estorsione ma un aiuto volontario ad un amico in difficoltà economiche. Intanto la segretaria di Berlusconi, Mariella Brambilla, ascoltata nei giorni scorsi, ha ammesso di aver consegnato personalmente il denaro ai coniugi Tarantini, circostanza che, secondo gli investigatori, rafforzerebbe l'impianto accusatorio, insieme alle numerose intercettazioni telefoniche in possesso dei magistrati.

Per il momento Gianpaolo Tarantini resta in carcere, in attesa della decisione dei giudici, mentre ieri il gip Amelia Primavera, sentiti i pm titolari dell'inchiesta e dopo un lungo interrogatorio di garanzia, ha concesso gli arresti domiciliari alla moglie dell'imprenditore Angela Devenuto, che tornerà nella sua abitazione romana anche in virtù della necessità di occuparsi delle due figlie di 2 e 7 anni.

Parallelamente prosegue l'inchiesta aperta dalla Procura di Lecce sulle presunte irregolarità nell'operato dei pm baresi titolari dell'inchiesta sul giro di escort a Palazzo Grazioli. Sabato il procuratore capo di Bari, Antonio Laudati, chiamato in causa da Tarantini in alcune intercettazioni come il presunto fautore dell'archiviazione dell'inchiesta, ha smentito seccamente le dichiarazioni dell'imprenditore, invocando un'ispezione ministeriale che possa accertare la trasparenza del suo operato.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Tarantini, in settimana l'interrogatorio a Berlusconi

BariToday è in caricamento