Cronaca

Concorso Finanza, "3mila euro per passare il test". Indagate sette persone

Nell'inchiesta della Procura di Bari anche ex militari, un ufficiale in servizio a Roma e cittadini. La somma, sarebbe servita per superare la prima fase della selezione

Una somma di 3 mila euro per superare i quiz e proseguire nel concorso per entrare nella Guardia di Finanza. La Procura di Bari ha aperto un'inchiesta nella quale al momento risultano 7 indagati, tra i quali ex militari, cittadini e un ufficiale delle Fiamme Gialle in servizio a Roma. In base a una ricostruzione su un articolo di 'Repubblica', gli investigatori ritengono che quest'ultimo e gli ex militari indagati avrebbero chiesto del danaro per poter superare i primi test a risposta multipla.

Gli inquirenti però ipotizzano l'esistenza di un tariffario. Le indagini sono condotte proprio dalla Guardia di Finanza: nelle scorse settimane, nella Capitale, sono state eseguite alcune perquisizioni. Nello scorso aprile, nella Caserma della Guardia di Finanza a Palese, si sono svolte le prove per il concorso di 297 posti di allievi marescialli.

Secondo i magistrati, la 'regia' del concorso sarebbe stata proprio a Roma.  Gli accertamenti, ancora in fase iniziale, disposti dal pm Luciana Silvestris ed eseguiti dal nucleo di Polizia Tributaria della Gdf barese, si starebbero concentrando per il momento su prove documentali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concorso Finanza, "3mila euro per passare il test". Indagate sette persone

BariToday è in caricamento