menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fidanzati uccisi a Pordenone, chiesto l'ergastolo per Giosuè Ruotolo

La richiesta del pm per il militare imputato per l'omicidio del commilitone Trifone Ragone, originario di Adelfia, e della fidanzata Teresa Costanza. Per l'accusa Ruotolo agì "per salvare la sua carriera"

Una lunga requisitoria, conclusasi con la richiesta di condanna all'ergastolo con due anni di isolamento diurno per Giosuè Ruotolo, il militare accusato del duplice omicidio del commilitone Trifone Ragone, originario di Adelfia, e della fidanzata Teresa Costanza. 

Pesante la richiesta avanzata dal pubblico ministero Pier Umberto Vallerin nell'ambito del processo in corso davanti alla Corte d'Assise di Udine. 

I due fidanzati furono uccisi la sera del 17 marzo 2015 nel parcheggio del palazzetto dello sport di Pordenone. Secondo l'accusa, a commettere il delitto fu Ruotolo che agì "per salvare la sua carriera", assalito dall'"odio verso Trifone e la gelosia verso Teresa". Il militare, con il delitto, avrebbe eliminato "due rivali", odiati da tempo. 

Si tornerà in aula il 23 ottobre, con gli interventi delle parti civili.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento