Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Si rinnova la flotta su gomma e binario anche nel Barese: "A breve circoleranno i treni Fse a trazione elettrica"

L'annuncio dell'assessore alla Mobilità Giovanni Giannini. Entro il 2023 circoleranno sul territorio regionale 70 nuovi treni, ma anche 526 nuovi bus

Il trasporto pubblico pugliese si rinnova, non solo con una ristrutturazione del parco mezzi, ma anche con l'avvio della mobilità elettrica nel Barese. Ad annunciarlo, all'interno di una nota sugli investimenti della Regione Puglia, è l'assessore regionale alla Mobilità Giovanni Giannini. Già nei prossimi giorni, infatti, vedremo in atto la 'svolta green' della mobilità su binari: entrerà in azione il primo dei nuovi treni elettrici di Ferrovie del Sud-Est, che ora può circolare sull'anello di Bari, poiché è stata ripristinata la mobilità elettrica.

I nuovi treni

Le linee baresi (Foggia-Bari-Lecce, Bari-Taranto) sono tra quelle che vedranno anche circolare i nuovi treni di Trenitalia, ma non solo. Infatti sono 70 in totale i convogli che entro il 2023 aggiorneranno il parco mezzi, con un investimento complessivo di 300 milioni di euro sulle risorse europee, regionali e dello Stato, insieme al cofinanziamento di 100 milioni di euro a carico delle società di trasporto. Di questi 46 sono appartenenti a Trenitalia, 8 a Ferrovie Appulo Lucane; 11 a Ferrovie del Sud Est; 5 a Ferrotramviaria e uno a Ferrovie del Gargano.

I finanziamenti disposti nell’ottobre del 2017 - quasi 115 milioni di euro - con la convenzione relativa al Piano Nazionale della Sicurezza Ferroviaria, permetterà di adeguare il sistema di trasporto barese anche in ambito di sicurezza: si va dall'attrezzaggio con i Sistemi di Controllo Marcia Treno (SCMT) - che eviteranno nuove tragedie ferroviarie come il terribile incidente avvenuto sulla linea Andria-Corato del 2016 -  la messa in sicurezza e la soppressione dei passaggi a livello. Interventi ancora in fase di acquisizione dei pareri obbligatori per legge, ma che si prevede saranno cantierizzati entro fine anno.

Aggiornata la flotta bus

Il rinnovo del parco mezzi riguarda poi il trasporto su gomme. Con la delibera approvata oggi in Giunta regionale, saranno stanziati circa 71 milioni (fondi CIPE) destinati alle imprese esercenti servizi di trasporto pubblico locale extraurbano, per l'acquisto di 526 nuovi autobus. I nuovi bus dovranno essere dotati di sistemi di alimentazione elettrica, ibrida, a metano o gpl omologato EEV, diesel euro VI, e di dispositivi per il trasporto disabili con un adeguato sistema di incarrozzamento, telecamere per la videosorveglianza, impianto di condizionamento dell'aria, indicatori digitali di percorso, dispositivi per il conteggio dei passeggeri, per la validazione elettronica a bordo dei titoli di viaggio e per il rilevamento posizione durante la corsa.

"Obiettivo della Regione - spiega Giannini nella nota - è quello di rigenerare la flotta dei bus adibiti ai servizi extraurbani, facendo scomparire mezzi con emissione da Euro 0 a Euro 2 e buona parte degli Euro 3, oltre all’abbattimento dell’anzianità degli autobus circolanti, portandola dagli attuali 12 anni a meno di 7 anni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si rinnova la flotta su gomma e binario anche nel Barese: "A breve circoleranno i treni Fse a trazione elettrica"

BariToday è in caricamento