Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca San Girolamo - Fesca / Via Nicola Costa

Incendio notturno nel giardino Triggiani, i residenti: "Giostrine rimosse da tempo, a fuoco un divano abbandonato"

Nell'area verde di San Girolamo si intravedono ancora cuscini carbonizzati dalle fiamme. "Qui si bivacca fino a tarda notte, visto che vi si può accedere dal vicino cortile condominiale" spiega un ragazzo

Una grossa macchia nera spicca nel grigio del pavimento gommato, simbolo di un nuovo atto di vandalismo nel quartiere San Girolamo, questa volta all'interno del giardino Triggiani. Dove ora rimangono solo resti carbonizzati, nella tarda nottata è divampato un incendio, segnalato anche dai residenti delle vicine palazzine di strada San Girolamo. 

L'incendio notturno

Proprio dal giardino di uno di questi condomini - per la precisione quello confinante con via Costa - potrebbero essere entrati i responsabili del rogo appiccato nella notte dove un tempo erano presenti le giostrine per i bambini. A detta dei residenti, infatti, gli arredi urbani sono stati rimossi da diverso tempo perché già in precedenza vandalizzati. 

E allora a cosa hanno dato fuoco i piromani? La soluzione al quesito potrebbe essere data dai cuscini appoggiati vicino al muretto che delimita i giardini: "Qui era stato abbandonato un divano - spiega un ragazzo che abita in zona e che oggi porta a spasso il cane tra i resti dell'incendio - ed è quello che è stato bruciato". In effetti tra i resti carbonizzati si intravede anche un cuscino, parzialmente annerito dal fumo, che parrebbe confermare appieno l'ipotesi. 

IMG_20171005_102844-2

"Giardino chiuso, ma l'accesso è comunque possibile"

In teoria il giardino di notte è chiuso con un pesante catenaccio - che stamattina era appoggiato alla cancellata -, ma si tratta di un confine fittizio: c'è un varco che da strada San Girolamo permette di accedere a tutte le ore prima nel cortine condominiale confinante al giardino e, da lì, direttamente all'area verde. "Infatti tutte le notti i ragazzi si fermano nel giardino a bivaccare - spiega il giovane residente -, tante volte abbiamo dovuto chiamare i carabinieri visti gli schiamazzi". E il rogo potrebbe essere quindi solo l'ultima 'bravata' del gruppo di vandali. 

IMG_20171005_103039-2

Rifiuti abbandonati nel verde e arredi urbani distrutti 

E in effetti facendo un giro per il giardino è facile notare la possibile presenza di 'visite notturne' e non solo. Sono molti i rifiuti abbandonati in giro, sia tra le pieghe del playground gommato sia tra gli spazi verdi. Tanto che qualcuno ha pensato direttamente di lasciare in bella vista una busta piena di spazzatura. Tra i tavolini e poltroncine a disposizione di chi vuole rilassarsi, si intravedono diversi resti del nastro biancorosso usato per delimitare le aree pericolose, oltre al solito misto di bottiglie di vetro e plastica, cartacce e pacchetti di sigarette. 

Non se la passano meglio gli altri arredi urbani. Uno dei cestini portarifiuti è stato divelto dal palo dove originariamente era sistemato e posato sull'erba, mentre il nastro segnala un tombino parzialmente distrutto e pericoloso per i passanti distratti. Oltre all'incendio, inoltre, il playground si dimostra poco curato, tra pezzi di gomma rimossi e crepe tra le 'mattonelle', di certo non è facile divertirsi in piena sicurezza per i bambini. Certo, sarebbe più facile ancora se le giostrine ci fossero ancora.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio notturno nel giardino Triggiani, i residenti: "Giostrine rimosse da tempo, a fuoco un divano abbandonato"

BariToday è in caricamento