Inchiesta escort-Tarantini, la Procura di Lecce chiede il processo per Laudati

Per il pm Cataldo Motta il procuratore capo di Bari avrebbe rallentato le indagini sul caso escort-Tarantini. Richiesta di rinvio a giudizio anche per l'ex pm Giuseppe Scelsi

Processo per il procuratore capo di Bari, Antonio Laudati, e per l'ex pm barese Giuseppe Scelsi: è questa la richiesta avanzata dalla Procura di Lecce nell'ambito delle indagini sui presunti ritardi nell'inchiesta escort-Tarantini.

Laudati è accusato di abuso d'ufficio ai danni di due suoi pm e di favoreggiamento personale nei confronti di Gianpaolo Tarantini e, indirettamente, dell'ex premier Silvio Berlusconi, poichè per il pm salentino Cataldo Motta avrebbe rallentato le indagini a loro carico. Scelsi invece è imputato per abuso d'ufficio per aver disposto intercettazioni su un'utenza telefonica per danneggiare una sua collega.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La richiesta di rinvio a giudizio è stata inviata dalla Procura di Lecce al Csm che ha avviato la procedura per il trasferimento d'ufficio per incompatibilità a carico di Laudati. Il procuratore sarà ascoltato a Palazzo dei Marescialli l'8 aprile prossimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente sulla Statale 100: coinvolte 5 auto e un furgone, otto feriti. Aggredito soccorritore del 118

  • L'alga tossica 'invade' il litorale di Bari e dintorni: valori alti in città e in alcune località della provincia

  • In Puglia 20 nuovi casi di Covid, 4 nel Barese. Il dg dell'Asl: "Due nuclei familiari contagiati"

  • Dieci nuovi casi di covid in Puglia e nessun decesso. Un positivo in più nel Barese

  • "Il Covid colpisce anche d'estate. Sbagliato salutare con baci e abbracci": l'infettivologa invita a non abbassare la guardia

  • "Paga 50mila euro o bruceremo gli ulivi e faremo del male ai tuoi familiari": cinque baresi in manette dopo il blitz

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento