Cronaca

Qualità della vita in Puglia, Bari in coda per pulizia e sicurezza

Presentati oggi i dati di un'indagine statistica sulla qualità della vita in Puglia, commissionata da Codacons, Confconsumatori, Movimento consumatori e Unione consumatori, e realizzata dall'istituto demoscopico Troisi. Secondo le valutazioni espresse dai cittadini intervistati, Bari sarebbe in coda alla classifica regionale per pulizia e sicurezza

In Puglia il 74,1% dei cittadini si dice soddisfatto della qualità della vita, ma nella classifica regionale delle città in cui si vive meglio, Bari di certo non svetta ai primi posti. Almeno questo è quanto emerge da un'indagine statistica commissionata dalle associazioni di consumatori Codacons, Confconsumatori, Movimento consumatori e Unione consumatori e realizzata dall'Istituto demoscopico Troisi, i cui risultati sono stati presentati oggi a Bari.

Condotta su un campione di 1.068 pugliesi, la ricerca mirava a rilevare il livello di soddisfazione dei cittadini in relazione ai diversi aspetti che concorrono ad influenzare la qualità la vita. Se, su una scala da uno a dieci, il voto medio complessivo su come si vive in Puglia è stato di 6,5, esaminando i dati nel dettaglio emergono profonde differenze da capoluogo a capoluogo.

Per quanto riguarda ad esempio la percezione della sicurezza, se a Lecce e nella sesta provincia i cittadini si sentono al cisuro, sono invece molto più preoccupati i baresi, agli ultimi posti della classifica insieme a Foggia. Stesso discorso per le valutazioni sulla pulizia della città, che vedono ancora Bari "fanalino di coda" insieme al capolugogo dauno. Baresi anche molto "arrabbiati" per la mancanza di parcheggi, insieme agli abitanti della Bat. Ma stando sempre alle opinioni degli intervistati, il capoluogo pugliese non si salva neppure per opportunità di svago nel tempo libero, terz'ultima davanti ad Andria e Barletta.
Bari risale un po' in classifica per quanto riguarda i servizi alla persona, quindi sulla presenza di banche, uffici postali e farmacie nei quartieri, per i quali si piazza quinto posto su otto città oggetto dell'indagine.


Ma c'è un aspetto del vivere in Puglia che riesce a mettere tutti d'accordo? Sicuramente sì, ed è la buona tavola. Soltanto  il 17% degli intervistati nell'ultimo mese non è mai andato in pizzeria, mentre il 41,6% dichiara di andarci almeno una volta a settimana.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Qualità della vita in Puglia, Bari in coda per pulizia e sicurezza

BariToday è in caricamento