menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stop agli scarichi a Pane e Pomodoro, partono i lavori Aqp sul canale Picone: ma è solo il primo passo

Il sindaco: "Gli interventi abbatteranno del 50% il carico inquinante dell’acqua che arriva nella spiaggia". Ma i lavori non termineranno prima di settembre, mentre per la soluzione completa del problema bisognerà attendere il 2023

Sono partiti questa mattina, e dovrebbero concludersi a settembre, i lavori di Aqp sul canale Picone, che serviranno ad eliminare le interferenze dirette tra la fognatura nera e la condotta. Gli interventi - del costo di due milioni e 200mila euro - sono cominciati da via Capruzzi, ad angolo con viale Ennio.

I lavori e il problema della fogna a Pane e Pomodoro

Gli interventi sono finalizzati a risolvere il problema degli sversamenti di fogna in mare a Pane e Pomodoro. Si tratta, però, solo di un primo passo verso la definitiva soluzione degli scarichi, che non arriverà prima di qualche anno, con la conclusione di una seconda tranche di interventi. "Due interventi - ha spiegato il sindaco Deacro - per un totale di 28 milioni di euro, necessari per eliminare la presenza della fogna nera sulla spiaggia di Pane e Pomodoro. Si comincia con un intervento da 2,2 milioni di euro per risolvere il problema della commistione delle tubazioni di fognatura nera direttamente nel canale Picone, che invece dovrebbe contenere soltanto acque meteoriche. Questi lavori si concluderanno a settembre, abbattendo di quasi il 50% il carico inquinante dell’acqua mista che arriva nei pressi della spiaggia cittadina". 

La mappa degli interventi

Al termine del primo intervento, previsto nel mese di settembre, non vi saranno più interferenze dirette tra la fognatura nera e il canale, dovute alle rotture dei setti in calcestruzzo presenti nei pozzetti di ispezione che dividono, di fatto, le acque nere da quelle bianche, favorendo così l’ingresso delle prime nelle seconde. Saranno anche eliminate le immissioni dirette nel canale causate dalla variazione di tracciati di tronchi fognari e da allacci realizzati impropriamente negli anni passati. Le aree oggetto del cantiere sono via Capruzzi (in vari punti), viale Ennio con angolo via Capruzzi, via Oberdan (in prossimità dell’attraversamento ferroviario FSE), corso Sonnino con angolo via Matteotti, via Matteotti, via Apulia con angolo via Peucetia, via Giandomenico Petroni con angolo via Abbrescia e altre strade a monte del collettore Picone.

Il secondo progetto

"E' in fase di approvazione - ha chiarito ancora Decaro - il progetto da 26 milioni di euro che servirà al risanamento della fogna mista, un sistema realizzato negli anni Cinquanta e non più sostenibile, attraverso interventi previsti in tutti i quartieri a monte dell’estramurale Capruzzi, con l’obiettivo di separare definitivamente la fogna bianca dalla fogna nera eliminando per sempre il problema degli sversamenti a Pane e pomodoro. Questa seconda tranche di lavori, più lunga e complessa, durerà almeno fino al 2023, dunque molti anni, ma si tratta di un’opera di straordinaria importanza".  Questo secondo progetto, dell'importo di 26 milioni e 200mila euro, e di più ampio respiro che si occuperà in maniera strutturata della rifunzionalizzazione delle reti fognanti con una rivisitazione anche delle dimensioni e dei percorsi di alcune dorsali della rete di fognatura nera della città, comprese tra lo stesso Picone e i collettori “Alto” e “Matarrese”. Attualmente la progettazione è in conferenza di servizi per l’acquisizione delle necessarie autorizzazioni propedeutiche all’avvio della gara.

"Impegno di Acquedotto per il capoluogo"

“Acquedotto Pugliese è impegnato in un vasto piano di interventi sul capoluogo pugliese fino al 2023 - ha commentato Nicola De Sanctis -. Oltre 120 milioni di euro per adeguare e potenziare la rete e aumentare la potenzialità degli impianti di depurazione, con l’obiettivo di garantire un servizio sempre più efficiente, rispettoso dell’ambiente e rispondente alle aspettative della comunità. Ringrazio l’amministrazione comunale di Bari per la proficua sinergia messa in campo. Questo positivo risultato è frutto di un gioco di squadra istituzionale che si innesta in un percorso virtuoso già avviato da tempo, come testimoniano le innovative esperienze della telelettura che fanno di Bari sul tema un Comune all’avanguardia”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento