Cronaca San Paolo / Via Santa Cecilia

Metro San Paolo, 'Cecilia' è pronta ma la Regione frena: "Fondi a rischio"

Praticamente ultimati i lavori per la nuova stazione. Emiliano: "Col nuovo bilancio potrebbero non esserci i soldi per l'esercizio". Rallentamenti anche per la Bari-Bitritto?

Alcuni operai puliscono le finestre degli esterni mentre tutto attorno sembra aspettare solo passeggeri e pendolari: sono praticamente ultimati i lavori del prolungamento della Metropolitana Bari-San Paolo, con il nuovo tratto dalla fermata ospedale alla stazione Cecilia. L'opera, commissionata da Ferrotranviaria, lunga 600 metri, costata circa 25 milioni di euro con fondi ministeriali ed europei, consentirà agli abitanti della zona Cecilia, ufficialmente parte della città di Modugno ma contigua al quartiere San Paolo di Bari, di essere meno isolati, non percorrendo più un lungo tratto a piedi per raggiungere la fermata più vicina, posta a due passi dall'ospedale. I lavori, cominciati nell'autunno del 2013, sarebbero dovuti terminare già a inizio 2015, con successiva entrata in servizio. L'ora 'x' sembrava arrivata: c'è invece un punto interrogativo, sollevato questa mattina dal governatore pugliese Emiliano in conferenza stampa per la vicenda bilancio regionale: il presidente della Giunta ha infatti rilevato come il taglio da 30 milioni previsto dal nuovo Piano Nazionale per i Trasporti potrebbe mettere in discussione il regolare esercizio delle due nuove linee di metro a Bari, quella che porta a Bitritto (operato da Fal) e, appunto, il prolungamento verso zona Cecilia gestito da Ferrotramviaria. L'esecutivo regionale ha però assicurato la risoluzione della vicenda al più presto. I residenti, in ogni caso, attendono ormai da tempo un'opera strategica per il quartiere: "Non vediamo l'ora - racconta un'abitante del quartiere - anche perché non è semplice portare la spesa a casa scendendo vicino l'ospedale".

La stazione, comoda e funzionale, comprende anche un'area parcheggio attigua: quando verrà attivata sarà la nona fermata nella linea che collega il San Paolo al centro cittadino. Da lì poi si procederà a portare avanti anche i lavori per l'ultima fermata, il capolinea 'Delle Regioni', ulteriore prolungamento di 900 metri per un costo di altri 20 milioni di euro, completando così un collegamento di vitale importanza, ormai parte irrinunciabile della mobilità verso Bari: lo scorso anno, le linee metropolitane gestite da Ferrotramviaria hanno movimentato oltre un milione di passeggeri, con carrozze piene durante le festività natalizie e i giorni clou. Un servizio efficiente, nonostante la frequenza dei treni sia ancora di 40 minuti. Le nuove fermate permetteranno un dimezzamento dei tempi e, quindi, una ricucitura tra periferia e centro. Metro sì, ma, in futuro, servirà anche dotare la zona di qualche servizio in più e un presidio di sicurezza, come invocato da tempo dai residenti. Prima però, occorre aprire e far funzionare la stazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Metro San Paolo, 'Cecilia' è pronta ma la Regione frena: "Fondi a rischio"

BariToday è in caricamento