"Paga la droga che ti ho dato", perseguita e minaccia di morte 'cliente': arrestato pregiudicato

Un 41enne in manette a Molfetta: le indagini partite dopo la denuncia della vittima, 'colpevole' di non aver pagato un presunto debito di droga. In un caso l'uomo sarebbe stato anche inseguito in auto per le vie cittadine

Minacce di morte ad un suo 'cliente', colpevole - a suo dire - di non aver pagato un presunto debito di droga. In manette, a Molfetta, è finito un pregiudicato 41enne.

Le indagini dei carabinieri della locale Compagnia sono partite dalla denuncia della vittima, un 41enne assuntore di sostanze stupefacenti, il quale, per una fornitura di 50 grammi di marijuana, avrebbe contratto e non onorato un debito di 200 euro nei confronti dell'arrestato. 

La cessione della droga, avvenuta verso la fine di gennaio di quest’anno - hanno ricostruito i carabinieri - avrebbe ingenerato nel creditore la necessità di recuperare i soldi dall'acquirente con ogni mezzo a sua disposizione, minacciando quest’ultimo persino di morte e utilizzando ogni mezzo violento a sua disposizione.  Approfittando di una sorta di condizione di assoggettamento della vittima, dal febbraio di quest’anno, in più occasioni, l'arrestato avrebbe minacciato di morte il 41enne, la sua famiglia e la compagna, recandosi più volte a casa degli stessi.

In un’occasione, la vittima, imbattutasi casualmente nel suo aguzzino, nei pressi di una pizzeria, era stato inseguito con l’auto per le vie cittadine e solo fortuitamente era riuscito a porsi in salvo. La situazione, divenuta insostenibile, ha portato la vittima a rivolgersi agli investigatori della Sezione Operativa del Nucleo Operativo di Molfetta i quali, appresa la notizia ed informata la Procura della Repubblica di Trani, hanno pianificato e condotto, con il coordinamento di quell’Ufficio Giudiziario, un’articolata attività tecnico-investigativa, riuscendo a dimostrare la veridicità delle dichiarazioni rese dalla vittima. Sono in corso ulteriori accertamenti finalizzati a documentare altri gravi episodi che si sono verificati a Molfetta, per accertare eventuali connessioni con le condotte dell’odierno arrestato. Il 41enne, dopo l’arresto è stato condotto in carcere a Trani,  con l’accusa di tentata estorsione aggravata e spaccio di sostanze stupefacenti. 
 

Potrebbe interessarti

  • Le tignole mangiano il guardaroba: i rimedi per eliminarle dal nostro armadio

  • Lattosio e intolleranza: come riconoscere i sintomi

  • Bocca in fiamme per il peperoncino? I rimedi per togliere il bruciore

  • Dolce al palato e ricco di proprietà: i benefici del fico

I più letti della settimana

  • "Le urla, poi quel bimbo adagiato sugli scogli: in quel momento abbiamo pensato solo a ciò che potevamo fare"

  • Scomparso da due giorni a Modugno: 52enne ritrovato senza vita

  • Schianto in autostrada al rientro dalle vacanze: muore uomo di Bitritto, grave la moglie

  • Weekend del 24 e 25 agosto: tutti gli eventi a Bari e provincia

  • Tentato omicidio Gesuito in zona Cecilia, arrestato il boss Andrea Montani: "Agì per vendicare morte del figlio"

  • Da Bari a Casamassima per rapinare una farmacia, ma la polizia è sulle loro tracce: colpo sventato, tre in manette

Torna su
BariToday è in caricamento