menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Funzionale, tecnologica e sicura", a Bari arriva la carta d'identità elettronica

In nuovo documento sarà disponibile dal 27 marzo e costerà a partire da 22 euro. All'interno del microchip dati anagrafici, impronte digitali e anche il consenso alla donazione degli organi

Più tecnologica e intelligente, ma anche pratica e sicura: Bari e i baresi si preparano alla piccola 'rivoluzione' in programma dal 27 marzo prossimo quando negli uffici comunali sarà possiible richiedere la carta d'identità elettronica (Cie). La tessera di plastica, presentata questa mattina in Comune, manderà gradualmente in pensione quella cartacea: il capoluogo pugliese è tra le prime grandi città a introdurre il nuovo documento in collaborazione con il Poligrafico-Zecca dello Stato, già utilizzato in diversi centri italiani dalla scorsa estate. La carta sarà dotata di un microchip al cui interno verranno memorizzati i dati anagrafici del cittadino, il codice fiscale e le impronte digitali. Per ottenerla bisognerà richiederla in uno dei 10 uffici e delegazioni comunali sparsi sul territorio barese, presentandosi muniti del documento vecchio, di una fototessera scattata non più di sei mesi prima e, facoltativamente, della tessera sanitaria.

La Cie costerà 22 euro per il primo rilascio e per il rinnovo in caso di scadenza, deterioramento o furto, cinque euro in più per chi intende sostituirla dopo lo smarrimento. Una delle novità riguarda il pagamento, non più in contanti: "La somma - spiega l'assessore comunale all'Innovazione e ai Servizi demografici, Angelo Tomasicchio - potrà essere versata attraverso il pos direttamente allo sportello comunale. Le alternative sono il bonifico, il bollettino e il pagamento nelle filiali della Unicredit. In nessun modo si potranno usare soldi 'fisici' nell'ufficio dell'anagrafe". I titolari di redditi inferiori a 3mila euro potranno richiederla gratuitamente presentando il certificato Isee al momento del rinnovo: "Il Comune provvederà a rimborsare il costo di 16,79 euro allo Stato - ha affermato l'assessore cittadino al Welfare, Francesca Bottalico -. E' un modo per andare incontro alle esigenze delle fasce più fragili della popolazione". Tra le introduzioni più significative anche la possibilità di esprimere la volontà di donare organi e tessuti, modificabile ad ogni rinnovo.

Un altro cambiamento è rappresentato dalla possibilità di fissare l'appuntamento per il rilascio attraverso il sito www.cartaidentita.interno.gov.it da dove si potrà anche accedere al portale Agenda Cie su cui effettuare materialmente la prenotazione. Dopo aver inserito l'appuntamento, il sistema Agenda Cie rilascerà una ricevuta che andrà stampata e consegnata all'impiegato comunale al momento del rilascio. La prenotazione online sarà indispensabile per la sede centrale di corso Vittorio Veneto e per gli uffici di San Paolo, Oriente, Santo Spirito e Carbonara. Si potrà invece accedere liberamente per le altre sedi di Ceglie, Japigia, Torre a Mare, Libertà, Palese e Loseto. Nella fase iniziale, per ogni postazione (tre nella centrale e 1 per ogni ufficio periferico), verranno espletate fino a 8 richieste al giorno, 5 durante la mattina e 3 nelle aperture pomeridiane.

Il documento nuovo arriverà per posta entro sei giorni lavorativi: "Sarà dismessa - spiega ancora Tomasicchio - tutta la documentazione cartacea presente negli uffici, come ad esempio le carte d'identità vuote. Tutto ciò avrà un impatto positivo dal punto di vista della sicurezza e dell'efficienza visto che le modalità di rilascio e la gestione dei dati saranno omogeneizzate a livello nazionale". Una carta, dunque, simile a un passaporto, ma con la possibilità, in futuro, di utilizzarla per i servizi digitali del Comune: "Stiamo pensando - aggiunge Tomasicchio - a totem elettronici attraverso i quali ottenere il rilascio di documenti e certificati inserendo semplicemente la tessera d'identità, in modo da rendere ancora più efficiente e trasparente la macchina burocratica".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento