Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Bari Vecchia / Piazzetta Sant'Anselmo

Bari vecchia, nell'ex casa del custode parte il doposcuola: "Aiuteremo i bambini a costruirsi un futuro"

Ieri nel tardo pomeriggio si è tenuta l'inaugurazione della nuova sede dell'associazione "Pensare ad alta voce", all'interno di una delle strutture della scuola Diomede Fresa

"La prima volta che l'ho incontrata, chiesi ad una bambina cosa volesse fare da grande e mi disse 'la donna delle pulizie'. Ora invece risponde 'la dottoressa'". Gabriella Morgese, fresca di un master in marketing aziendale, cita il discorso del consigliere Francesco Giannuzzi per raccontare i risultati della sua esperienza di volontariato all'interno dell'associazione 'Pensare ad alta voce', che dal 2013 organizza non solo eventi culturali e fotografici - tra cui corsi di italiano per immigrati -, ma anche il doposcuola ai bambini della scuola Corridoni a Bari vecchia

Ed è proprio nell'epicentro della loro 'mission culturale' che ieri è stata inaugurata la nuova sede dell'associazione: l'ex casa del custode della 'Diomede Fresa' in piazzetta Sant'Anselmo. Neanche a farlo apposta, una scuola materna. Durante l'evento, a cui hanno partecipato, oltre a Giannuzzi, l'assessore comunale alle Politiche educative Paola Romano, la dirigente della Ripartizione Politiche educative giovanili e del lavoro Paola Bibò e la preside dell'istituto, Rosa Peparello, i 20 componenti dell'associazione hanno presentato le loro attività, coadiuvati come sempre dalle mamme dei piccoli, che collaborano anche con il doposcuola. A guidarli il giovane presidente Gabriele Mitrani, per anni impegnato in missioni di volontariato all'estero, a far del bene tra Albania, Tanzania e Perù.

"Siamo tutti ragazzi laureati o in procinto di laurearsi - prosegue Morgese - e ogni pomeriggio dalle 16 alle 19 con le nostre attività aiutiamo i 15-20 bambini che abbiamo in carico a costruirsi un futuro, a capire che c'è un mondo oltre le case del borgo antico". A dire la verità, però, qualche volontario più giovane c'è: sono gli studenti del liceo scientifico Arcangelo Scacchi, che hanno avviato un percorso di alternanza scuola-lavoro collaborando con l'associazione. Anche loro danno così una mano a far crescere l'amore per la cultura dei ragazzi, che 'si ciba' non solo delle attività di studio, ma anche di quelle all'esterno: "Abbiamo portato i ragazzi al maneggio, così da far provare loro l'emozione di andare a cavallo - commenta la volontaria, appassionata di equitazione -, ma contiamo in futuro di organizzare anche laboratori ludici". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bari vecchia, nell'ex casa del custode parte il doposcuola: "Aiuteremo i bambini a costruirsi un futuro"

BariToday è in caricamento