Cronaca

Rivendeva i campioni gratuiti dei farmaci, pediatra denunciato a Terlizzi

Le indagini condotte dalla Guardia di Finanza: il medico avrebbe venduto campioni gratuiti di farmaci, parafarmaci e prodotti omeopatici ai genitori dei piccoli pazienti. E' stato denunciato per "esercizio abusivo della professione di farmacista"

Avrebbe rivenduto i farmaci ricevuti come campioni gratuiti dagli informatori medici ai genitori dei piccoli pazienti che visitava nel suo ambulatorio. Nei guai è finito un pediatra di Terlizzi, convenzionato con il S.S.N., denunciato dai Finanzieri di Molfetta al termine di un’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Trani.

Decisive per incastrare il medico sono state le testimonianze dei genitori dei suoi assistiti, spesso persone in precarie condizioni economiche. Secondo quanto emerso dalle indagini, il pediatra avrebbe 'arrotondato' il suo stipendio mensile da 4mila euro improvvisandosi anche farmacista. In particolare, secondo la Finanza, il medico avrebbe approfitatto del rapporto di fiducia instaurato con i genitori dei pazienti, assicurando loro che i medicinali in suo possesso erano più convenienti rispetto al prezzo di mercato e cedendoli quindi dietro un compenso in denaro. Convenienza, che è risultata non vera in quanto i prodotti - che secondo quanto accertato erano in realtà 'campioni gratuiti non detsinati alla vendita' - venivano venduti addirittura ad un prezzo superiore a quello commercializzato in farmacia.

Venuto a conoscenza delle indagini a suo carico, il medico avrebbe anche cercato di convincere un genitore a negare di aver acquistato farmaci da lui. E' stato denunciato per “abusivo esercizio della professione di farmacista”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rivendeva i campioni gratuiti dei farmaci, pediatra denunciato a Terlizzi

BariToday è in caricamento