menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Padre del pentito Domenico Milella picchiato per strada a Bari da tre uomini incappucciati: trasportato in ospedale

Beniamino Milella ha precedenti per armi e un processo pendente per associazione per delinquere finalizzata al traffico di droga che si discuterà a dicembre. Il figlio sarebbe stato per anni il braccio destro del boss Eugenio Palermiti

Beniamino Milella, 59enne padre del collaboratore di giustizia Domenico, ex uomo di spicco del clan Palermiti del quartiere Japigia di Bari, è stato picchiato per strada da tre uomini incappucciati. Il 59enne è stato trasportato dal 118 in ospedale con lesioni al volto e al torace. Sul posto è intervenuta anche la Polizia.

L'episodio è stato subito segnalato alla Dda di Bari. Beniamino Milella ha precedenti per armi e un processo pendente per associazione per delinquere finalizzata al traffico di droga che si discuterà a dicembre. Suo figlio, noto in città con il soprannome di "Mimm u gnor", è stato per anni il braccio destro del boss Eugenio Palermiti fino a quando, nel febbraio scorso, ha deciso di pentirsi rivelando dettagli delle attività illecite della mafia barese che stanno portando a numerosi arresti. Gli inquirenti non escludono che l'aggressione subita dal padre, rimasto a Bari per scelta dopo il pentimento di Domenico Milella, sia collegata alla decisione del figlio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento