rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Spiagge invase dai rifiuti: anche Polignano nel rapporto di Legambiente

Cala Incina e San Vito sono tra le 29 località prese in esame per il rapporto 'Beach Litter' per documentare il rispetto della natura: rinvenuti rifiuti in plastica ma anche numerosi scarti edili ed elettrodomestici arrugginiti

Bottiglie, resti di elettrodomestici e materiale di scarto edile: le spiagge più belle d'Italia spesso sono rovinate dalla presenza di rifiuti, simbolo della mancanza di senso civico e dell'incuria delle amministrazioni che dovrebbero invece consegnare a cittadini e turisti luoghi nel pieno rispetto della natura. E' l'obiettivo dell'indagine di Legambiente 'Beach Litter', che ha messo la lente d'ingrandimento ben 29 spiagge libere italiane: per il Barese, sono state analizzate quelle di San Vito e Cala Incina, nelle vicinanze di Polignano. Gli attivisti vi hanno trovato di tutto, da tubi a tapparelle, pezzi di mobili rotti, lavatrici e caldaie arrugginiti. Il tutto a pochi passi dal mare. 

L’indagine è stata eseguita su 29 spiagge italiane e ha monitorato complessivamente un’area di 136.330 mq, pari a quasi 20 campi da calcio. Rinvenuti 22.114 rifiuti spiaggiati, di cui il 77% di una dimensione inferiore ai 25 cm. Sul totale dell’area indagata sono stati trovati 17 rifiuti ogni 100 mq, 5 rifiuti in più ogni 100 mq rispetto all’indagine 2014. Il materiale più comune sulle spiagge campionate è la plastica, a quota 80% contro il 65% dello scorso anno, quindi rifiuti da pesce e mozziconi di sigarette.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spiagge invase dai rifiuti: anche Polignano nel rapporto di Legambiente

BariToday è in caricamento