Cronaca

"Dialogo con i cittadini ed eventi in piazza", il 'porta a porta' incontrerà i baresi

Riunione operativa, ieri, tra Comune e Amiu per definire le linee generali per l'introduzione del servizio nei territori del Municipio V, da Santo Spirito a San Cataldo, prevista a breve

Settimana dopo settimana si avvicina il momento del passaggio al sistema di raccolta rifiuti porta a porta per i cittadini del Municipio V: da Santo Spirito a San Pio, passando per Palese, San Girolamo, Fesca e Marconi, cambieranno radicalmente le abitudini di conferimento della spazzatura. Spariranno i bidoni dalle strade e ogni utenza, domestica o commerciale, avrà i suoi bidoncini. Un percorso non semplice attraverso il quale bisognerà accompagnare residenti e negozianti verso la più corretta maniera per differenziare. Ieri, a Palazzo di Città, si è fatto il punto della situazione con una riunione operativa alla quale hanno preso parte i tecnici dell'Amiu e una parte consistente della Giunta comunale con l'assessore all'Ambiente Pietro Petruzzelli e i colleghi Palone, Brandi, Romano e D'Adamo.

Con ognuno di loro, in linea di massima, è stato deciso di avviare attività per coinvolgere la cittadinanza: "Nelle prossime settimane vi saranno diversi incontri - spiega Petruzzelli - con operatori commerciali, scuole e associazioni del territorio. E' nostra intenzione organizzare degli eventi nelle piazze dei vari quartieri dove partirà il porta a porta. Vogliamo il più possibile informare i cittadini di questo nuovo sistema destinato a generare un cambiamento storico delle abitudini dei baresi. Di fatto elimineremo i cassonetti per le vie, riducendo la percezione di una città sporca".

Petruzzelli, in queste settimane, ha incontrato il presidente del Municipio V e i consiglieri: "Saranno determinanti nel processo di sensibilizzazione verso i cittadini". Le prossime settimane saranno quelle clou: il 20, infatti, scadrà il bando per il reclutamento dei 65 facilitatori tra gli studenti universitari iscrivendosi direttamente sul sito del Comune . Successivamente, i ragazzi saranno formati con un corso di circa una settimana. presumibilmente, a maggio inoltrato, dovrebbe partire l'attività informativa per poi avviare il sistema, cancellando così i cassonetti dalle strade della zona più a nord di Bari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Dialogo con i cittadini ed eventi in piazza", il 'porta a porta' incontrerà i baresi

BariToday è in caricamento