Cronaca

Restyling via Sparano, Sannicandro: “Ci sono i soldi”

Il Comune avrà 8,5 milioni dal Ministero delle Infrastrutture. Tra gli interventi promossi anche la riqualificazione del tratta Porto-San Girolamo

“Abbiamo aspettato cinque anni, ora speriamo che presto possano arrivare i soldi in modo tale da accelerare ogni tipo operazione”. L’assessore comunale all’Urbanistica, Elio Sannicandro, è fiducioso. Presto Bari potrà aprire i cantieri di due opere importanti: il restyling di via Sparano e la riqualificazione della tratta che dal Porto giunge al rione San Girolamo passando dalla Fiera del Levante. A giorni il Comune  presenterà i progetti che intende finanziare grazie agli 8,5 milioni di euro messi a disposizione dal ministero delle Infrastrutture. L’ente di corso Vittorio Emanuele ha infatti partecipato ad un concorso ministeriale aperto alle città per il sostegno di importanti opere di riqualificazione. Tra centinaia di partecipanti, Bari è stata selezionata insieme ad altri 23 comuni. La richiesta di partenza era di 13 milioni, ma l’ok è arrivato solo per 8,5. “Siamo felici perché è stata riconosciuta la bontà delle nostre idee  - afferma Sannicandro. Sui tempi tutto dipenderà da quando ci arriveranno i soldi: dobbiamo fare le gare, aggiudicare le opere e partire con i cantieri”.

Come detto, tra le opere ci sarà anche il restlying di via Sparano. Il corso murattiano dello shopping barese necessita di essere rilanciato e per questo, nel 2006, il Comune promosse un concorso di idee. Furono spesi 500mila euro, ma una volta individuato il progetto per 7 anni non si è saputo più nulla.  “Ora il progetto selezionato è divenuto definitivo e speriamo di poterlo trasformare in realtà con il denaro proveniente dal ministero”, assicura Sannicandro. Per quanto concerne gli interventi sul tratto Porto-San Girolamo si tratterà di rimettere a nuovo una zona abbandonata a se stessa. “La nostra idea  - conclude l’assessore all’Urbanistica – è quella di recuperare la grande area di Lamasinata, ma anche d’intervenire nel rifacimento dei marciapiedi e delle piste ciclabili individuando, nel contempo, soluzioni di arredo urbano capaci di ridare valore a tutta la zona”. L’impressione è che se tutto va bene la cantierizzazione degli interventi possa arrivare non prima di 6-8 mesi. Ai baresi non tocca che aspettare. Speriamo non per altri sette anni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Restyling via Sparano, Sannicandro: “Ci sono i soldi”

BariToday è in caricamento