Picchiò l'attore Riccardo Scamarcio, poi finse di essere stato aggredito: 46enne a processo per calunnia

L'episodio nel 2015 in una stazione di servizio di Noicattaro: l'uomo avrebbe accusato falsamente l'attore di averlo aggredito, quando invece sarebbe stato lui a prenderlo a pugni

Avrebbe accusato falsamente l'attore Riccardo Scamarcio di averlo minacciato e aggredito durante un litigio. Così un 46enne di Noicattaro andrà a processo per calunnia, in relazione ad un episodio avvenuto nell'agosto 2015, che vide coinvolto l'attore pugliese.  

Il gup Valeria La Battaglia, accogliendo la richiesta del pm Ettore Cardinali, al termine dell'udienza preliminare ha disposto il rinvio a giudizio del 46enne, fissando l’inizio del processo per il 3 febbraio 2020 dinanzi al Tribunale Monocratico di Bari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le accuse nei confronti del 46enne sono relative ad un episodio avvenuto il 6 agosto 2015 in una stazione di servizio di Noicattaro. Scamarcio si era fermato a fare rifornimento con un amico, e la loro auto ostruiva il passaggio. Il 46enne, a bordo di un furgoncino, avrebbe intimato all'attore di spostarsi, prima offendolo e minacciandolo, poi spintonandolo e picchiandolo con calci e pugni. Dopo l'aggressione, tuttavia, l'uomo aveva riferito ai carabinieri di essere stato lui la vittima delle botte e di essere stato apostrofato "con atteggiamento mafioso" dall’attore.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel Barese, ragazzino di 12 anni muore soffocato da una mozzarella

  • Traffico di droga, blitz dei carabinieri nel Barese: smantellata banda, undici arresti

  • Coronavirus, tre nuovi casi in Puglia: due sono in provincia di Bari. Non si registrano decessi

  • Giovane assalita da gruppetto di ragazze per le strade dell'Umbertino: "Erano quindici contro una"

  • Spari nel bar affollato dopo la lite in strada, preso 32enne: era anche ricercato per traffico di droga

  • Fiumi di droga nel Barese, il capo gestiva il sistema dal carcere: acquirenti 'attesi' nella palazzina in centro a Mola

Torna su
BariToday è in caricamento