rotate-mobile
Cronaca Murat / Piazza Umberto I

Blocco delle carriere per chi è in ritardo sulle tasse, gli studenti dell'Università di Bari in sit-in: "Misura discriminatoria"

Manifestazione indetta dal sindacato studentesco Link in piazza Umberto questa mattina, chiedendo all'Ateneo di rivedere la misura. Poco fruttuoso il confronto, seguito al sit-in, con il Consiglio d'amministrazione universitario

"Non siamo evasori": il messaggio capeggia sugli striscioni appesi in piazza Umberto. E' il grido di protesta degli studenti universitari dopo la discussa decisione dell'Università degli studi di Bari di non permettere l'iscrizione agli appelli d'esame per coloro che non sono in regola con i pagamenti. Il sindacato Link Bari ha organizzato questa mattina un sit-in in piazza Umberto per chiedere all'Ateneo un dietrofront sulla misura, definita "fortemente discriminatoria e classista, che parte da un'errata percezione degli studenti in mora - spiega Gennaro Cifinelli, portavoce di Link Bari - non sono evasori, sono solo studenti in difficoltà economica. Vogliamo che le carriere siano sbloccate e che sia garantito a tutti e tutte il diritto allo studio, a prescindere dalla propria condizione economica".

Dopo il sit-in, i referenti di Link hanno incontrato il Consiglio d'amministrazione universitario, portando proposte per la salvaguardia delle carriere degli studenti (accelerare la rateizzazione delle tasse, una sessione straordinaria di esami per il recupero e lo sblocco degli esami di questo anno accademico), ma non sono arrivate risposte positive dagli organi d'ateneo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blocco delle carriere per chi è in ritardo sulle tasse, gli studenti dell'Università di Bari in sit-in: "Misura discriminatoria"

BariToday è in caricamento