Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Tamponi per 40 afghani giunti in Puglia: "Cure e terapie per alcuni profughi. Assistite due donne incinte"

Le procedure di sorveglianza sanitaria saranno seguite nei prossimi giorni dalla vaccinazione anti Sars-Cov- 2, come previsto dalla struttura commissariale nazionale

Gli operatori del Dipartimento di prevenzione della ASL di Bari hanno effettuato, questa mattina, i tamponi molecolari di controllo anti Covid ai 40 profughi arrivati in Puglia da Fiumicino con il ponte aereo dall'Afghanistan lo scorso 24 agosto. Predisposta un'area sanificata all'interno dell'Euro Mothel, l'hotel covid nella zona di Modugno dove i profughi sono attualmente ospitati.  Le procedure di sorveglianza sanitaria saranno seguite nei prossimi giorni dalla vaccinazione anti Sars-Cov- 2, come previsto dalla struttura commissariale nazionale nell'ambito dei protocolli sanitari attivati per l'emergenza umanitaria Afghanistan.

In meno di 48 ore la slL di Bari ha assegnato ai profughi i codici Stp (straniero temporaneamente presente) in modo tale da garantire loro l'accesso alle prestazioni sanitarie. Intanto nei giorni scorsi gli operatori della Asl - in collaborazione con i volontari della Protezione civile regionale - hanno già effettuato visite e controlli a donne, uomini e bambini per verificare le condizioni di salute generale. Al momento tra i profughi ci sono due donne in gravidanza che stanno bene e un uomo in terapia per una patologia gastrointestinale. Sono state fornite cure e terapie mediche ad alcuni dei profughi con patologie di lieve entità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tamponi per 40 afghani giunti in Puglia: "Cure e terapie per alcuni profughi. Assistite due donne incinte"

BariToday è in caricamento