Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Vendola-Pinuccio, tira e molla su Twitter: ora ti blocco, anzi no, ti seguo..

Una risposta sarcastica del famoso "faccendiere" ad un tweet di Vendola sul 2 giugno provoca la reazione - confusa - del governatore: che prima gli impedisce l'accesso al suo profilo, poi invece comincia a seguirlo.. Mentre su Fb è un coro di commenti ironici

Di certo il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola non è stato l'unico, negli ultimi mesi, a finire nel mirino dei 'cinguettii' sarcastici di Pinuccio. Ma di sicuro è stato il primo a sfiorare 'l'incidente diplomatico' formato Twitter proprio a causa di una battuta dell'ormai famoso 'faccendiere'. Incidente, errore, svista (molto probabilmente dello staff che gestisce l'account più che dello stesso governatore), che a prima vista ha dato l'impressione di un maldestro tentativo di mettere fine alle 'incursioni' di Pinuccio e alle sue battute. Anche se tutto si è poi risolto nel giro di pochi minuti.

Ma che cosa è successo? Tutto parte da un tweet del governatore, e da una risposta - una delle sue, irriverenti, come sempre - di Pinuccio. A pubblicare su Facebook lo scambio di battute incriminato è lo stesso Pinuccio-Giannone: "Sono stato educato a rispetto delle istituzioni, questa volta non riesco proprio a condividere parata: stride con sentimento di lutto" - scrive Vendola. Pronta la risposta di Pinuccio: "Annulliamo pure la pizzica". Vendola (o chi per lui, "impertinenti questi stagisti d'oggi", commenta qualcuno) blocca l'accesso al suo profilo, ma non certo l'ironia di Pinuccio, che annuncia la decisione del governatore con una battuta: "Dopo questa risposta non mi permette di seguirlo su twitter, secondo mia suocera è troppo permaloso per fare strada".

Nemmeno il tempo di raccogliere i commenti (e davvero se ne sprecano: "La permalosità dei sepolcri imbiancati della partitocrazia fascistoide", scrive qualcuno, "starà nervoso" commenta qualcun altro, "chiamalo e fate pace", suggerisce qualcun altro ancora) che, sempre da Twitter, arriva il 'colpo di scena': ora è Vendola a seguire a Pinuccio. E l'ironia del faccendiere non si ferma: "Vabè dai, seguimi non ti cancello". E giù un'altra sfilza di commenti, sullo stato "confusionale" del presidente della Regione, o meglio, di chi gestisce il suo account per lui.

Alla fine però arriva anche il chiarimento ufficiale sul profilo del governatore: "Caro @Pinucciotwit, noi non abbiamo mai censurato nessuno, figuriamoci se abbiamo paura della satira :) Un abbraccio". La risposta, naturalmente, è in perfetto stile Pinuccio: "@NichiVendola be allora è stata una mistificazione tante cose veramente".

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vendola-Pinuccio, tira e molla su Twitter: ora ti blocco, anzi no, ti seguo..

BariToday è in caricamento