Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca Libertà / Via Pietro Ravanas

Libertà, avvio con protesta per la nuova ZSR

Parcometri coperti e volantini contro i parcheggi a pagamento: l'iniziativa di CasaPound contro l'estensione delle strisce blu. In mattinata le macchinette sono state ripristinate, mentre prosegue l'attività di comunicazione per informare automobilisti e residenti

I parcometri 'incappucciati' - Sotto: le strade interessate dalla nuova Zsr

Al quartiere Libertà parte la nuova Zona a sosta regolamentata. Da oggi anche per parcheggiare nella zona compresa tra via Veneto, via Ravanas, corso Italia e via Trevisani, via Martiri d’Otranto e via Crisanzio sarà necessario pagare il ticket di un euro all'ora, dalle 8.30 alle 20.30.

Questa mattina, però, i parcometri della zona risultavano inutilizzabili, poichè coperti da bustoni neri: un'azione di protesta messa in atto da CasaPound, che ha diffuso dei volantini contro l'estensione dei parcheggi a pagamento. "Basta strisce blu, basta pizzo", lo slogan riportato dai manifesti affissi sulle macchinette. L'attivazione della Zsr, "è solo un vergognoso pretesto della Giunta comunale per gravare ulteriormente sui portafogli dei cittadini e dei commercianti baresi", si legge ancora nel volantino, con cui CasaPound chiede "alle istituzioni di sospendere il pagamento del ticket e rivolgere l'attenzione alle reali necessità del quartiere Libertà".

Per il Comune, il provvedimento mira a favorire soste più brevi e una rotazione continua dei posti auto, per evitare che i quartieri più centrali si trasformino in "parcheggi a cielo aperto", ma l'ampliamento della Zsr preoccupa soprattutto i commercianti, che temono contraccolpi negativi sugli affari con l'introduzione della sosta a pagamento.IMG-20160601-WA0005-2

In mattinata, addetti Amtab e vigili urbani sono intervenuti per scoprire le macchinette, tornate così utilizzabili. Per il momento, comunque, la Polizia municipale monitora la situazione, ma le multe non sono ancora scattate. Prima di passare alle sanzioni, i vigili urbani daranno circa una settimana di tempo, affinché tutti i cittadini siano adeguatamente informati e i residenti possano munirsi del pass rilasciato dall'Amtab che consente di parcheggiare gratuitamente nelle strisce blu. "Già da ieri mattina stiamo lasciando dei bigliettini sulle autovetture per informare i cittadini - spiega il comandante della Polizia municipale, Nicola Marzulli - e l'azione proseguirà anche nei prossimi giorni". Fino a ieri sera, i contrassegni richiesti da residenti e consegnati dall'ufficio di via Fornari erano circa 1200. Per ogni nucleo familiare è previsto il rilascio di un pass, al costo annuale di 30 euro, mentre per un eventuale secondo contrassegno, chiesto dalla stessa famiglia, il costo diventa di 300 euro.

zsr libertà-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Libertà, avvio con protesta per la nuova ZSR

BariToday è in caricamento