Economia

Fiera del Levante, accordo Regione-Provincia. "I lavoratori sospendano lo sciopero"

In una nota congiunta Schittulli e Vendola annunciano l'intesa sul piano di risanamento e invitano i sindacati a revocare lo stato di agitazione previsto da domani. Confermata la riunione dei soci fondatori fissata per martedì

Lo scontro tra istituzioni, a pochi giorni dall'inizio della 78esima edizione della Campionaria, sembra essere scongiurato, e sul contributo da versare per il piano di risanamento della Fiera Regione e Provincia sembrano aver raggiunto un accordo.

Dopo lo scontro dei giorni scorsi, con la lettera 'di richiamo' di Vendola a Schittulli e la risposta piccata del numero uno di via Spalato, che aveva annunciato una conferenza stampa per denunciare le "strumentalizzazioni politiche" sull'operazione di salvataggio della Fiera, i due enti sarebbero giunti ad un'intesa.

In una nota congiunta diffusa in giornata, Vendola e Schittulli annunciano di aver "finalmente definito e chiarito in queste ore, attraverso un meticoloso lavoro degli uffici competenti, il quadro giuridico amministrativo/finanziario all’interno del quale sia la Regione che la Provincia possono operare per garantire il pieno raggiungimento dell’obiettivo di riequilibrio finanziario dell’Ente, previsto dal Piano di ristrutturazione aziendale". L'accordo, in sostanza, riguarderebbero il contributo di 1,5 milioni di euro che la Provincia dovrebbe versare per il piano di risanamento della Fiera, ma che non era stato ancora confermato.

Dopo il lavoro di mediazione fatto in queste ore dagli uffici competenti di Regione e Provincia, Vendola e Schittulli si incontreranno personalmente martedì mattina, prima dell'incontro dei soci fondatori previsto per le ore 12. Annullata invece, la "conferenza stampa-verità" convocata per lunedì mattina dal presidente della Provincia.

Vendola e Schittulli hanno poi auspicato che "i sindacati possano sospendere l’agitazione in attesa dell’incontro di martedì". A partire a domani, infatti, i lavoratori della Fiera, che da luglio non ricevono lo stipendio, hanno annunciato uno sciopero ad oltranza, con un sit-in di protesta davanti all'ingresso di via Lepanto. Al centro della protesta, oltre ai ritardi nel pagamento dei salari, c'è anche il piano di privatizzazione dell'ente, ritenuto dai sindacati inadatto e inefficace.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiera del Levante, accordo Regione-Provincia. "I lavoratori sospendano lo sciopero"

BariToday è in caricamento