Lunedì, 2 Agosto 2021
Economia

Om Carrelli, Primo Maggio di protesta: operai in presidio davanti alla fabbrica

Lavoratori in presidio permanente fuori dai cancelli dopo lo stop alle trattative con l'inglese Frazer Nash per la cessione dello stabilimento. Ieri la visita di Emiliano e dell'assessore Caroli

Non è stato un giorno di festa, quello del Primo Maggio, per i lavoratori dell'Om Carrelli di Modugno. Nella giornata di ieri gli operai si sono ritrovati davanti ai cancelli dello stabilimento per dare vita ad un presidio di protesta dopo le ultime notizie, purtroppo non positive, sulla trattativa tra Kion e Frazer Nash per la cessione della fabbrica.

LEGGI ANCHE: OM-FRAZER NASH, SI' ALLE TRATTATIVE

Nei giorni scorsi, infatti, l'azienda inglese che avrebbe dovuto rilevare lo stabilimento di Modugno per produrre taxi ibridi, ha annunciato lo stop nelle trattative con la Kion, attuale proprietaria dell'Om. Un annuncio che ha fatto ripiombare nella preoccupazione gli operai, che hanno quindi deciso di dar vita ad un presidio permanente davanti ai cancelli per bloccare l'eventuale uscita di merci o macchinari, in attesa che la Kion chiarisca la situazione. Ieri davanti ai cancelli i lavoratori hanno ricevuto la visita del sindaco Michele Emiliano e dell'assessore regionale al Lavoro Leo Caroli.

LEGGI ANCHE: BRIGESTONE, OPERAI IN CORTEO CONTRO LA CHIUSURA

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Om Carrelli, Primo Maggio di protesta: operai in presidio davanti alla fabbrica

BariToday è in caricamento