rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Economia

Turismo enogastronomico, la Puglia sul podio delle migliori regioni italiane

Un'analisi di Coldiretti, presentata nel corso della manifestazione Vinitaly, testimonia il successo: il 32% dei tustisti del Bel Paese posiziona la regione nei primi 3 posti della classifica nazionale

Un turista italiano su 3 (32%) posiziona la Puglia sul podio delle 3 migliori regioni italiane per il turismo enogastronomico. È quanto emerge da una analisi di Coldiretti Puglia, diffusa in occasione dell’apertura del Vinitaly (in corso a Verona dal 14 al 17 aprile), con le esperienze del turismo in cantina mostrate dal vivo nello stand Casa Coldiretti della più grande organizzazione agricola d’Italia e d’Europa.

Per sostenere questa nuova forma di turismo arriva il primo accordo siglato tra Coldiretti, Terranostra e Airbnb per la promozione di Distretti del Vino. Sono previste, in particolare, la creazione di pagine web dedicata per ciascun Distretto del Vino sul sito di Airbnb con mappa digitale per l’indicazione delle cantine da visitare, schede informative e wine passport/book, insieme ad altre iniziative di valorizzazione dell’esperienza vinicola.

L’identikit delle preferenze degli enoturisti è tracciato dall’indagine Coldiretti/Ixe’ sul fenomeno, con 15 milioni di italiani che hanno avuto esperienze di turismo in cantina. Ben 8 cittadini su 10 si dichiarano poi intenzionati a farlo, un potenziale bacino di assoluto interesse per la crescita del settore. Accanto alle tradizionali degustazioni di abbinamento di vino e ai corsi di cucina, non mancano le attività innovative che catturano l’interesse degli appassionati. Un 24% dichiara di essere interessato a pratiche sportive e salutistiche nelle vigne, tanto che ci sono strutture che propongono yoga e pilates in mezzo ai filari o percorsi in bicicletta, secondo l’indagine Coldiretti/Ixe’. Ma c’è anche un 26% che punta alla vinoterapia e ad attività di benessere con prodotti ricavati dalla vita e dal vino, trainati dalla crescita dell’agriwellness, mentre un 31% chiede concerti e spettacoli organizzati in mezzo ai vigneti.

"La Puglia si sta imponendo grazie alla capacità di innovazione dei produttori pugliesi che hanno puntato, soprattutto, sulla distintività e sul legame con il territorio e la cultura locale per vincere la competizione sul mercato globale, facendo concorrenza a territori storicamente imbattibili", afferma il presidente di Coldiretti Puglia, Alfonso Cavallo.

"I nostri agriturismi con il racconto di storia e tradizioni, con degustazioni guidate di olio, vini e formaggi, con le cooking class fanno vivere attività indimenticabili con un forte impatto personale che colpiscono tutti i sensi e creano connessioni a livello fisico, intellettuale, sociale ed emotivo", spiega Antonio Baselice, presidente di Terranostra Puglia, associazione agrituristica e ambientale di Coldiretti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo enogastronomico, la Puglia sul podio delle migliori regioni italiane

BariToday è in caricamento