Bari: preso Bellomo. E intanto il ritorno di Cassano divide i baresi

Definito il prestito del centrocampista del Chievo cresciuto nel Bari, si segue anche Puscas dell'Inter. Affaire Cassano: non tutti i baresi sono favorevoli al ritorno di Fantantonio

Nicola Bellomo

Altro colpo di mercato per il Bari: dal Chievo è in arrivo in prestito oneroso il fantasista Nicola Bellomo. Per il classe '91, nato e cresciuto nel capoluogo pugliese, si tratta di un ritorno nel club che lo ha lanciato tra i professionisti e nel quale ha militato dal 2007 fino al 2013.

Con il suo innesto Nicola ha finalmente il trequartista funzionale al suo 3-4-1-2. Per Bellomo un occasione di riscatto nella sua terra, dopo le sfortunate esperienze in A con Torino e Chievo (inframezzate da un prestito allo Spezia nella scorsa stagione), dove ha trovato poco spazio. Nell'accordo con i veneti c'è la clausola dell'obbligo di riscatto in caso di promozione in Serie A.

Il club di Paparesta, tuttavia, è ben lungi dall'aver concluso il suo mercato, visto che ci sono ancora movimenti sia in entrata che in uscita: nelle ultime ore sono stati accostati ai biancorossi sia Acquafresca, in uscita dal Bologna, che Puscas, prodotto del vivaio interista. L'eventuale arrivo di uno dei due, libererebbe Ciccio Caputo, con destinazione Trapani, dove ritroverebbe il suo mentore, il ds Faggiano che lo portò al Bari.

Per quanto riguarda la difesa, ancora tutto in fase di stallo per Valerio Di Cesare del Brescia: le rondinelle stanno tirando troppo la corda, e il Bari sta pensando di virare su altri obiettivi. Fino a quando questa situazione non si sbloccherà, è congelata la partenza di Matteo Contini, attualmente ai margini del progetto tecnico di Nicola.

'AFFAIRE CASSANO' - Discorso a parte per il tanto agognato ritorno di Antonio Cassano: in termini economici, come ricordato da Romeo Paparesta, è già molto difficile che il genio di Barivecchia, recentemente svincolatosi dal Parma, possa tornare a calcare il campo del San Nicola, in più la piazza sembra essere divisa su un suo eventuale acquisto. A Fantantonio non sono state perdonate specialmente alcune frasi in cui definiva Genova 'casa sua' oppure il non aver mai definito il Bari come la squadra del suo cuore, menzionando invece l'Inter e la Sampdoria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da qui la pioggia di "Statt' addò stàj" o "Ma c't'vole", (per non parlare di epiteti più pesanti...) con cui hanno reagito sui social network un nutrito numero di tifosi biancorossi. Eppure c'è chi proprio non vuol smettere di sognare e continua a fantasticare per rivedere Peter Pan con indosso i colori che lo hanno fatto conoscere al mondo del calcio che conta...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali Puglia 2020: i risultati delle liste, preferenze e consiglieri eletti

  • Elezioni Regionali Puglia 2020: i risultati in diretta

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Regionali Puglia 2020, i risultati: preferenze consiglieri Partito Democratico

  • Verso il nuovo Consiglio regionale, i nomi: Lopalco superstar, boom Paolicelli e Maurodinoia. A destra c'è Zullo, M5S con Laricchia

  • Regionali Puglia 2020: i risultati | Percentuali e voti dei candidati presidente

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento