Sport

Bari calcio, si fanno avanti altri tre acquirenti. Lunedì la risposta di Montemurro

Domani l'imprenditore incontrerà i consulenti per discutere dell'eventuale rilancio da proporre ai Matarrese. Intanto anche una società canadese sarebbe interessata all'acquisto del club

Tutto rinviato a lunedì. Il Bari ha inviato oggi, poco dopo le 13, una lettera alle aziende Sideralba e Nuova Grigliati Meridionale con la quale il club ha manifestato l'indispoNIbilità a proseguire la trattativa davanti ad una offerta che resta molto al di sotto delle aspettative dell'attuale proprietà. La replica della famiglia Matarrese alla proposta di acquisto avanzata dall'imprenditore Paolo Montemurro - dieci milioni di euro, con 200mila euro alla firma e una rateizzazione in più anni del pagamento - giunge dopo quasi un mese di incontri. Tecnicamente non segna la chiusura della trattativa ma palesa che per proseguire alla ricerca di un accordo è necessario presentate una offerta superiore ai dieci milioni di euro. Entro lunedì la cordata capeggiata da Paolo Montemurro invierà una nota di risposta ai Matarrese. Domani Paolo Montemurro incontrerà i consulenti che lo hanno affiancato in questo frangente per definire una posizione che, lunedì, sarà oggetto di una ulteriore riunione con la famiglia Rapullino della Sideralba. Allo stato, dall'entourage di Montemurro, si è appreso che l'orientamento sarebbe quello di non rilanciare con una nuova offerta finché non sarà definito un prezzo di vendita del club insieme alle condizioni per il pagamento.

NUOVI ACQUIRENTI ALL'ORIZZONTE - Intanto nella trattativa per la cessione del club si sarebbero fatti avanti anche altri acquirenti. Giovedì - si è saputo - è giunta ad Antonio Matarrese via mail una offerta non definitiva proveniente da una azienda canadese, la Millenia Hope Inc., che ha nella dirigenza alcuni italo-americani: la proposta avanzata è di undici milioni e mezzo di euro e il rappresentante italiano Alberto Gallotti ha spiegato che "sono previsti due milioni alla firma dell'accordo, tre milioni entro dicembre e sei milioni e mezzo nei cinque anni successivi". Gallotti, che ha affermato di aver incontrato Antonio Matarrese a Roma nei giorni scorsi, ha poi aggiunto alcuni particolati sull'offerta: ha un termine, "il 25 giugno", e la proposta definitiva di acquisto terrà conto anche delle conseguenze (sanzioni o penalizzazioni) al momento legate alle inchieste sul calcioscommesse. Da Via Torrebella, sede del club, arrivano inoltre conferme di altre due trattative: una, sulla quale resta grande riserbo e non è stato diffuso il nome dell'azienda coinvolta, è in stato avanzato e registra una contrattazione su cifre ben superiori agli 11,5 milioni offerti dai canadesi, mentre l'altra sarebbe ancora alle prime battute. Questi movimenti e trattative confermano l'orientamento espresso da Antonio Matarrese a nome della famiglia di lasciare la guida del Bari. Il 15 giugno scorso Matarrese commentò così dopo una riunione per la vendita del club: "'Se ce ne andiamo facciamo la felicita' dei tifosi baresi. Pagheremo gli stipendi per rispetto alla storia del club. Abbiamo deciso di lasciare e lasceremo, non abbiamo più voglia di essere insultati".  (fonte Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bari calcio, si fanno avanti altri tre acquirenti. Lunedì la risposta di Montemurro

BariToday è in caricamento