rotate-mobile
Attualità

Drive through del San Nicola, code concentrate alle 9 poi il semideserto: "Facciamo comunque 400 test al giorno"

Le segnalazioni dei lettori avevano evidenziato tutt'altro scenario dopo le giornate con code chilometriche nei giorni delle festività. Alle 11 poche auto e operatori inoperosi. L'Asl di Bari aveva evidenziato problemi nell'aggiornamento del sistema che genera le prenotazioni

Attorno alle 11 del mattino di venerdì 14 gennaio le auto in fila sono sette. Lungo il percorso predisposto tra i container allestiti con la collaborazione dell’esercito gli operatori non hanno difficoltà a smaltire la coda, corta. Pochi minuti di attesa e arriva il turno di chi ha prenotato tramite richiesta medica e a bordo della propria auto ha raggiunto il drive through, il punto per effettuare i tamponi antiCovid attivato dall’Asl di Bari vicino allo stadio San Nicola. Si accede con prescrizione medica e prenotazione per il test molecolare. Le code interminabili con attese di oltre due ore dei giorni delle festività natalizie sono un lontano ricordo. Gli operatori prima sotto stress ora sembrano per lo più senza particolari impieghi.

Le segnalazioni dei lettori di BariToday avevano evidenziato come il piazzale nelle ultime mattine, per lo meno da mercoledì 12, fosse vuoto (lamentando in molti, a torto, perché le disposizioni in merito sono chiare, che non vi fosse la possibilità di sottoporsi al test a sportello, senza prenotazione e prescrizione medica). La spiegazione dell’Asl Bari sui numeri bassi di utenti presenti per i test è che ci siano stati problemi con l’aggiornamento del sistema “Smarthealth”. E che la mancanza di un numero di prenotazioni elevata sarebbe stata legata quindi al passaggio alla nuova modalità automatizzata che permette agli operatori di visualizzare in maniera precisa il numero di utenti e orari di prenotazioni.

Gli operatori sul campo, e anche alcuni per esperienza diretta, spiegano però che le file ci sono. Si concentrano alla prima ora tra le 8 e 30 (il centro tamponi apre dalle 9) e le 10. In mattinata ce ne sarebbero state incolonnate una cinquantina. Nulla di paragonabile col periodo festivo e i circa 1.200 test quotidiani smaltiti, quelli sì, col metodo a sportello. Negli ultimi giorni la media quotidiana degli accertamenti sarebbe scesa all’incirca a 400, non a caso il punto vaccinazioni è attivo solo la mattina, prima faceva orario continuato fino a sera. Le necessità, insomma, sono cambiate. Anche se le segnalazioni sia al centro vaccinale che alla nostra redazione ora si concentrano per lo più sulle lungaggini dell’Asl nell’effettuare i tamponi che certifichino la negatività al virus, e quindi l’uscita dall’isolamento, e per ottenere i referti dei test, che spesso, dopo giorni di attesa, non arrivano.

(Foto di repertorio)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Drive through del San Nicola, code concentrate alle 9 poi il semideserto: "Facciamo comunque 400 test al giorno"

BariToday è in caricamento