Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

"Siamo choosy, esigiamo il diritto allo studio", il blitz notturno degli studenti

L'iniziativa dei ragazzi dell'Uds in risposta alle parole del ministro Fornero: il manifersto è comparso nella notte davanti alla sede dell'Ufficio scolastico regionale

"Siamo choosy, esigiamo il diritto allo studio". Gli studenti dell'Uds Bari rispondono con un manifesto alle parole del Ministro del Lavoro Elsa Fornero, che nei giorni scorsi aveva invitato i giovani a non essere troppo "choosy", schizzinosi, nell'accettare il primo lavoro.

Così nella notte, davanti alla sede dell'Ufficio scolastico regionale, sono comparsi dei manifesti di risposta alle dichiarazioni della Fornero, accompagnati da una carota gigante, che rinvia invece all'uscita del Ministro dell'Istruzione Profumo sulla necessità di usare "bastone e carota" con i giovani.

"Da mesi - scrivono gli studenti dell'Uds in una nota in cui spiegano il loro blitz notturno - ci siamo accorti che le politiche messe in atto da questo governo non fanno altro che ricalcare perfettamente quelle iniziate dal governo precedente e si inseriscono nel disegno europeo che vede l'austerity come unica chiave di uscita dalla crisi. Noi crediamo invece nell'istruzione come strumento di emancipazione, pensiamo che l'accesso ai saperi e alla cultura non debba essere, come è ogni giorno di più, riservato solo ad un'elite ma che sia arrivato il momento di liberare i saperi e ripubblicizzare scuole ed università".

"Dopo l'infelice dichiarazione di Profumo, secondo cui andremmo trattati a "bastone e carota, ma non troppa carota", proprio questa è diventata il simbolo della protesta: rispondendo ironicamente alle parole del ministro, abbiamo portato in piazza e distribuito carote a Roma, Milano e Torino".

"A Bari dopo l'occupazione di scienze della formazione, le assemblee autoconvocate, i collettivi e i comitati nelle scuole, stanotte con un blitz notturno noi studenti dell'UdS Bari abbiamo lasciato davanti all'Ufficio Scolastico Regionale una carota gigante, per ricordare che non siamo "muli", come farebbero credere le dichiarazioni di Profumo, ma che siamo invece soggetti attivi, capaci di immaginare e portare avanti un'alternativa, che siamo noi la promessa di un domani migliore".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Siamo choosy, esigiamo il diritto allo studio", il blitz notturno degli studenti

BariToday è in caricamento