Cronaca Murat / Corso Italia

Furto all'AncheCinema, due fermi: "Uno di loro indossava gli stessi abiti"

Operazione della Polizia di Bari. Gli inquirenti hanno riconosciuto il cappellino di uno dei due, ripreso dalle telecamere del cinema

Il post pubblicato dal gestore della struttura su Facebook

Sono finiti in manette nella tarda serata di ieri, a Bari, per il reato di furto pluriaggravato Marius Iulian Tulica, 38enne romeno pluripregiudicato, e  Aron Balan, 23enne romeno conosciuto anche come Sebastian Feraru.

I due, entrambi con precedenti per furto aggravato (a cui si aggiunge ricettazione e possesso ingiustificato di strumenti di effrazione per Tulica) e senza fissa dimora, sono stati fermati dalla 'Sezione Falchi' della Squadra Mobile e dal personale del Reparto Prevenzione Crimine “Puglia Settentrionale” per il furto avvenuto domenica pomeriggio all'Anche Cinema di corso Italia.

L'episodio era stato denunciato anche dai gestori della struttura con un post Facebook contenente le immagini dei tre presunti responsabili. Secondo quanto ricostruito dalla Polizia, i due si sarebbero impossessati di computer ed altre apprecchiature fotografiche del valore di 10mila euro. E' anche grazie alle foto pubblicate che gli inquirenti hanno riconosciuto Tulica, ben noto negli ambienti criminali stranieri, che indossava un berretto ed una borsa a tracolla di un famoso marchio d'abbigliamento, gli stessi ripresi dalle telecamere al momento del furto. Fermato dalla Polizia, il romeno è stato subito portato in questura, senza però fare il nome del complice. Sono poi partite ricerche a tappeto nei campi nomadi frequentati dal fermato, dove è stato poi trovato Balan, che ha anche lui ammesso le sue responsabilità nel furto, fornendo informazioni utile per il recupero della refurtiva. Il 'bottino' è stato subito restituiti ai responsabili dell'Anche Cinema e i due arresti sono stati portati in carcere a Bari in attesa del processo.     

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto all'AncheCinema, due fermi: "Uno di loro indossava gli stessi abiti"

BariToday è in caricamento