menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vittime non testimoniano al processo: assolto 44enne accusato di riduzione in schiavitù

Prosciolto in Appello "per non aver commesso il fatto". Secondo l'accusa avrebbe organizzato il trasferimento di connazionali in Italia, illudendoli con la promessa di un lavoro e costringendoli poi a mendicare per strada

Non hanno testimoniato nel processo e di conseguenza sono cadute tutte le accuse nei confronti del loro presunto aguzzino. E' stato assolto dalla Corte d'Assise di Appello di Bari  "per non aver commesso il fatto" e immediatamente scarcerato il 44enne bulgaro Marin Kostov Todorov, imputato per i reati di tratta di esseri umani e riduzione in schiavitù. L'uomo era in prigione dal novembre 2014, con l'accusa di aver organizzato il trasferimento in Italia, attraverso la Grecia, di alcuni connazionali. Secondo gli inquirenti li avrebbe illusi con la promessa di un lavoro costringendoli poi a mendicare per strada. Gli episodi risalirebbero al periodo compreso tra maggio 2013 e aprile 2014. Il 44enne avrebbe costretto i 7 cittadini bulgari, quasi tutti disabili, a vivere in precarie condizioni igienico-sanitarie in un capannone dismesso nel quartiere Japigia di Bari, un tempo usato come stalla per i cavalli del boss Savinuccio Parisi. Alle presunte vittime, l'uomo avrebbe chiesto a fine giornata un incasso minimo di 30 euro a testa per l'attività di accattonaggio in cambio di un wurstel e acqua.

Todorov, in primo grado, era stato condannato dalla Corte di Assise di Bari alla pena di 7 anni di reclusione. I giudici dell'appello hanno accolto il ricorso dei difensori, gli avvocati Nicola Quaranta e Francesco Tenerelli, assolvendo da ogni accusa il 44enne e disponendone l'immediata scarcerazione dopo quasi tre anni in cella. Al centro della tesi difensiva, condivisa dai giudici, c'era la inutilizzabilità delle dichiarazioni rese durante le indagini dalle persone offese, le quali non hanno poi testimoniato nel processo perché resesi ormai irreperibili.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento