menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Omicidio Mizzi, arrivano le condanne: 20 e 13 anni di reclusione per i sicari

Giuseppe Mizzi, 39 anni, fu ucciso per errore in un agguato mafioso a Carbonara la sera del 16 marzo 2011. L'accusa aveva chiesto l'ergastolo, ma il giudice non ha riconosciuto l'aggravante di avere favorito un'associazione mafiosa

Sono stati condannati rispettivamente e a 20 anni e 13 anni e 4 mesi di reclusione il 34enne Emanuele Fiorentino e il 33 Edoardo Bove, ritenuti i responsabili dell'omicidio di Giuseppe Mizzi. Mizzi, 39 anni, fu ucciso per errore in un agguato mafioso a Carbonara la sera del 16 marzo 2011. L'uomo fu freddato a colpi di pistola mentre tornava a casa, vittima di un tragico scambio di persona.

Per Fiorentino e Bove, a processo con rito abbreviato, l'accusa aveva chiesto l'ergastolo. I due sono stati riconosciuti colpevoli di omicidio volontario premeditato, ma il gup del Tribunale di Bari Antonio Diella non ha riconosciuto l'aggravante di avere favorito un'associazione mafiosa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento