menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Emergenza Palagiustizia, gli avvocati in protesta: "Partecipazione in massa all'assemblea del 26 giugno"

La nota dell'Organismo congressuale Forense, che parla di "situazione gravissima e intollerabile". Da più di due settimane i processi si continuano a celebrare nelle tende in via Nazariantz

Una situazione, quella della giustizia penale barese, "gravissima ed intollerabile, esplosa in modo eclatante ed intollerabile a Bari ma che interessa la quasi totalità dei Tribunali italiani". Parole dell'Organismo congressuale Forense, che ha aderito all'astensione indetta dall'Unione delle Camere Penali dal 25 al 27 giugno.

In particolare, attraverso gli avvocati Antonio Rosa e Giovanni Malinconico, rispettivamente coordinatore e segretario, l'Ocf ha invitato tutta l'avvocatura, penale, civile e amministrativa, a partecipare all'assemblea che si terrà a Bari il 26 giugno prossimo, per discutere dei provvedimenti da prendere. Da più di due settimane, infatti, i processi si celebrano all'interno delle tende nel parcheggio del Palazzo di Giustizia di via Nazariantz, che non sono sicure in caso di maltempo.

I rappresentanti del Consiglio Forense chiedono al Governo "di affrontare immediatamente la situazione dell'edilizia giudiziaria italiana, attraverso il reperimento di adeguate risorse economiche e la previsione di una disciplina emergenziale che preveda procedure straordinarie per l'individuazione e l'adeguamento di edifici da destinare a sedi giudiziarie unitarie sul territorio" e "di avviare una analitica indagine conoscitiva estesa al territorio nazionale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento