Cronaca

Radio Panetti ritorna 'on air', la storia a lieto fine festeggiata in Comune

La vicenda, raccontata da BariToday, dell'emittente web nata 10 anni fa ha avuto una conclusione positiva grazie al sostegno della Siae. In aula Dalfino la gioia degli studenti

"Una storia di successo" per crescere insieme: nella sala Giunta di Palazzo di Città si è celebrata la 'festa' di Radio Panetti, l'emittente fondata dieci anni fa dall'istituto 'Panetti-Pitagora' che è riuscita a superare un momento difficile grazie al sostegno di Siae. BariToday aveva raccontato la storia attraverso l'appello di Antonio Curci, responsabile della webradio, sulla difficoltà di pagare i circa 1000 euro all'istituto che si occupa del diritto d'autore nel nostro paese, per poter ottenere l'autorizzazione alle trasmissioni. La stessa Siae ha colto l'appello accollandosi le spese di licenza per un anno, in attesa di definire la convenzione con Ministero dell'Istruzione. Ieri, invece, un momento di festa nell'aula Dalfino, con i ragazzi entusiasti tra le fila dei banchi occupati solitamente dai consiglieri, ognugno con le casacche blu dell'emittente fondata nel 2008: "La Siae  - spiega il dirigente Sergio Maria Fasano - ha deciso di sostenere Radio Panetti ed esibisce con orgoglio questa partnership perché ha compreso che con questa operazione diventa possibile fare Education sulla cultura del Diritto d’Autore e d’altra parte lavorare nella direzione di valorizzare la creatività dei giovani. L'impegno di Radio Panetti - ha proseguito - ci ha consentito di chiedere al Ministero dell’Istruzione di ampliare una convenzione già esistente sin dal 1990. Radio Panetti in questo è stata pioniera e di questo la Siae ringrazia perché finalmente diventa possibile rafforzare contemporaneamente la cultura digitale e quella del diritto d’autore".

Torna a suonare Radio Panetti: il supporto della Siae all'iniziativa

Un palinsesto ricco, con ben 14 foprmat originali, illustrato durante l'appuntamento in Comune, al quale hanno preso parte anche il sindaco Antonio Decaro e l'assessore cittadino alle Politiche Giovanili, paola Romano. Il primo cittadino ha elogiato l’attività dei ragazzi di Radio Panetti e ha auspicato un loro impegno e coinvolgimento nella costruzione di quella cittadinanza attiva di cui hanno bisogno tutti i giovani della Città. Tra gli interventi, anche quello della docente di Sociologia dell'Univeersità di Bari, Letizia Carrera: "Radio Panetti  - afferma - rappresenta il diritto dei ragazzi di stare nella città e ad essere protagonisti. È un diritto “soft” quello della comunicazione perché non è normato. Un ricerca sui ragazzi delle scuole superiori, di qualche anno fa, ha evidenziato che diventare grandi in tempi di cinismo non è facile. I ragazzi non si fidano e tentano di cavarsela da soli, restando soli. Una situazione che diventa sempre più radicale e che induce i giovani alla paura e al sospetto. Radio Panetti rappresenta un’inversione di marcia. Questi ragazzi sono la dimostrazione che qui ci si può fidare perché tutti hanno lavorato insieme".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Radio Panetti ritorna 'on air', la storia a lieto fine festeggiata in Comune

BariToday è in caricamento