Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Operazione "Leonessa": sequestrato patrimonio di 300mila euro ad affiliato al clan Dambrosio

Nel mirino della Guardia di Finanza G.B.,g ià accusato dei reati di associazione a delinquere di stampo mafioso, omicidio doloso, occultamento di cadavere, detenzione illegale di armi e di simulazione di reato

Un altro sequestro di beni riconducibili a clan mafiosi. I militari del nucleo di Polizia Tributaria Guardia di Finanza di Bari in collaborazione con il Servizio Centrale Investigazione sulla Criminalità Organizzata di Roma hanno sequestrato beni mobili ed immobili al 36enne altamurano G.B, per un valore di circa 300 mila euro.

Le indagini su G. B. erano già partite nell’ambito dell’operazione “Leonessa”, condotta circa un anno fa nei confronti del clan mafioso altamurano “Dambrosio”. Al 36enne risultano imputati i reati di associazione a delinquere di stampo mafioso, omicidio doloso, occultamento di cadavere, detenzione illegale di armi e di simulazione di reato.

Il sequestro dei beni è scaturito da complessi accertamenti patrimoniali condotti dagli investigatori del G.I.C.O di Bari con l’ausilio di speciali sistemi informatici come il noto applicativo “Molecola”; hanno proceduto al monitoraggio sul tenore di vita delle persone coinvolte nelle indagini e dei loro familiari conviventi. Il risultato è stata la grande sproporzione tra i redditi dichiarati dal 36enne e le disponibilità a lui, direttamente e indirettamente, riconducibili. I beni sequestrati, costituiti da un immobile e dalle sue pertinenze sito ad Altamura e due automobili, sono stati affidati ad un amministratore giudiziario nominato dal tribunale di Bari.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione "Leonessa": sequestrato patrimonio di 300mila euro ad affiliato al clan Dambrosio

BariToday è in caricamento