rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Cronaca Picone / Piazza Giulio Cesare

Gravi ustioni su tutto il corpo dopo lo scoppio di una cisterna in Libia: trasporto aereo al Policlinico per 44enne

L'uomo sarà ricoverato nel Centro grandi ustionati in Chirurgia plastica dell'ospedale barese. Un elicottero lo ha portato nel capoluogo da Pratica di mare, dove è arrivato con un volo dell’Aeronautica Militare dopo l'incidente del primo agosto

Trasporto aereo al Policlinico di Bari per 44enne libico, ricoverato con gravi ustioniin seguito allo scoppio della cisterna nel centro abitato nel Fezzan, in Libia, avvenuto lo scorso 1 agosto. Il paziente è atterrato nel tardo pomeriggio sull’elisuperficie del padiglione Asclepios del Policlinico: presenta ustioni di II e III grado sul 75% del corpo. Si tratta di uno dei sopravvissuti allo scoppio di una cisterna avvenuto il 1 agosto nei pressi di un centro abitato nel Fezzan in Libia. 

L’elicottero, messo a disposizione dal direttore del 118 di Foggia Stefano Colelli su autorizzazione del dipartimento salute della Regiona Puglia, è andato a prendere il paziente dall’aeroporto di Pratica di Mare, dove è arrivato con un volo dell’Aeronautica Militare. L’evacuazione medica è nata su richiesta delle autorità libiche ed è stata coordinata dal Dipartimento di Protezione Civile Nazionale attraverso la Centrale remota per le operazioni di soccorso sanitario (Cross) di Pistoia, il cui referente regionale per la Puglia è la dottoressa Anna Maria Natola, ed in stretta collaborazione con il Comando operativo di vertice interforze (Covi) diretto dal Generale Francesco Paolo Figliuolo e la Farnesina. Il paziente sarà ricoverato nel Centro grandi ustionati in Chirurgia plastica del Policlinico di Bari diretto dal prof. Giuseppe Giudice.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gravi ustioni su tutto il corpo dopo lo scoppio di una cisterna in Libia: trasporto aereo al Policlinico per 44enne

BariToday è in caricamento