Politica

Decaro alla Leopolda: "La legge di stabilità ha dato tanto ai Comuni"

Intervento del primo cittadino alla kermesse 'renziana' di Firenze. Per lui il privilegio di parlare per ultimo, prima del premier Renzi: l'esortazione a fare le riforme nella citazione della favola del gatto Rotilardo

 "L'anno scorso ho chiesto al premier di cambiare la legge sull'edilizia giudiziaria riportando in capo allo Stato le spese ed ora Bari risparmia 2,5 mln. Quest' anno non ho chiesto niente perché la legge di stabilità ha già dato tanto ai Comuni togliendo Tasi e rimborsando i Comuni veramente". E' uno dei passaggi più salienti dell'intervento del sindaco di Bari, Antonio Decaro, durante la kermesse 'renziana' dei Democratici alla Leopolda di Firenze. Il primo cittadino ha palato chiudendo la tre giorni toscana, ultimo 'relatore' prima del premier Renzi. Decaro ha citato, tra le altre cose, la favola del gatto Rotilardo e dei topi indecisi tra loro per decidere chi mandare a mettergli il sonaglio in modo da sentirlo mentre si avvicina, una metafora per esortare i colleghi di partito a continuare verso le riforme, senza discussioni. A Firenze, con Decaro, altrei esponenti della sua Giunta: dall'assessore alla Cultura, Maselli alla titolare del Commercio, Palone. Presente anche l'assessore all'Istruzione, Romano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Decaro alla Leopolda: "La legge di stabilità ha dato tanto ai Comuni"

BariToday è in caricamento