menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Giù le mani dal nostro mare", il M5S chiude a Bari il tour contro le trivellazioni

Alessandro Di Battista, Vito Crimi e altri parlamentari e consiglieri regionali e comunali pentastellati in una piazza Diaz piena di cittadini provenienti da tutto il meridione

E' stata Bari la tappa finale del tour “Giù le Mani dal Nostro Mare 2015", promossa dal Movimento 5 Stelle per dire no alle trivellazioni, che in questa edizione ha toccato 22 località in quattro regioni Italiane (Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia).

In una piazza Diaz affollata di sostenitori provenienti anche da altre regioni del sud, portavoce comunali, regionali e nazionali, si sono alternati sul palco a gruppi musicali folkloristici locali e comici del territorio, per ribadire un secco "no" alle trivellazioni autorizzate dal governo Renzi. "Trivellazioni che avrebbero effetti catastrofici sulla flora e sulla fauna marina - hanno ricordato i parlamentari pentastellati nel corso dei loro interventi - causate dall'estrema invasività delle fasi di ricerca ed estrazione di idrocarburi in mare, a partire dalla ormai famigerata tecnica dell'Air Gun che genera delle vere e proprie bombe di aria compressa durante la prima fase. Senza contare gli eventuali scarti di petrolio che potrebbero deturpare le bellissime coste pugliesi".

Gli interventi conclusivi di Alessandro Di Battista e Giuseppe Brescia, hanno richiamato l’importanza di difendere la propria terra e il proprio mare, sottolineando come la bellezza di una regione come la Puglia definita da tre riviste internazionali la regione più bella del mondo, "non possa essere messa in pericolo dalle scelte scellerate del governo".

“Abbiamo vigilato e abbiamo supportato per l’intera estate l’avvocatura regionale durante l’impugnazione dei 9 permessi di ricerca - dichiarano gli 8 consiglieri pentastellati della Regione Puglia - e continueremo con ogni mezzo affinchè questa battaglia possa portare a risultati concreti per combattere i nefasti effetti di decreti come lo Sblocca Italia che questo governo con la sua maggioranza PD ha approvato”.

L’evento si è concluso con una catena umana in piazza, durante la quale i partecipanti, tenendosi per mano hanno ancora una volta urlato “Giù le mani dal nostro Mare”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento