Politica

Il Comune approva il Piano Sociale di Zona, via libera all'investimento da 70 milioni

Tra gli interventi previsti, l'introduzione del reddito di cittadinanza e misure di sostegno per le famiglie colpite da sfratto esecutivo

Settanta milioni di euro, di cui 32 del bilancio comunale, da utilizzare per i servizi sociali nel triennio 2014-2016. Il Consiglio comunale ha approvato ieri, all'unanimità, la delibera presentata dall’assessore al Welfare Ludovico Abbaticchio relativa al Piano Sociale di Zona dell’ambito di Bari.

Il documento, scaturito da un lungo lavoro di confronto e concertazione tra le istituzioni e il partenariato sociale, individua le priorità strategiche e gli obiettivi da realizzare nell’ambito dei servizi sociali e sociosanitari sul territorio cittadino nei prossimi tre anni.

Tra le linee guida del programma, il rafforzamento degli interventi di contrasto alla povertà, le misure per l'inclusione lavorativa e gli interventi a sostegno delle persone disabili. Particolare attenzione dedicata anche ai servizi per l'infanzia e gli anziani; confermato l'impegno a contrasto della violenza di genere.

L'approvazione del Piano Sociale di Zona introduce anche un'importante novità: per la prima volta nella storia della città di Bari viene istituita la misura del reddito di cittadinanza. Previste anche risorse da destinare alle famiglie colpite da sfratto esecutivo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune approva il Piano Sociale di Zona, via libera all'investimento da 70 milioni

BariToday è in caricamento