Politica

La Provincia chiude i battenti, Bari verso la Città metropolitana

Lunedì l'ultimo Consiglio. L'ente scompare per lasciare il posto, dal 1° gennaio 2015, alla Città metropolitana. Nei giorni scorsi l'incontro tra il presidente Schittulli e il neosindaco Decaro, per avviare una collaborazione in vista del passaggio alla nuova entità amministrativa

Ancora 24 ore, poi la Provincia di Bari chiuderà ufficialmente i battenti. Lunedì mattina il Consiglio provinciale si riunirà per l'ultima volta, per l’approvazione e l’adozione degli ultimi atti amministrativi dell’attuale consiliatura. La seduta di congedo istituzionale si concluderà con gli interventi dei capigruppo, dei presidenti delle commissioni e la relazione del presidente Francesco Schittulli.

Nel corso della giornata, inoltre, sono previsti una serie di appuntamenti tra cui il convegno dal tema "Dalle Province alle Città Metropolitane: quale futuro?". A partire dalle 20, poi, appuntamento con la "Notte bianca della poesia".

VERSO LA CITTA' METROPOLITANA - A partire da martedì i consiglieri saranno dichiarati decaduti, e si aprirà la fase di transizione che porterà, il 1° gennaio 2015, alla nascita della Città Metropolitana. In questi mesi resteranno in carica soltanto il presidente e la giunta per l’ordinaria amministrazione, e non saranno corrisposte indennità né gettoni di presenza.

A definire lo statuto della Città metropolitana sarà il neosindaco Antonio Decaro - che proprio domani riceverà ufficialmente la fascia tricolore - insieme ai sindaci dei 40 Comuni che faranno parte della nuova entità amministrativa. Nei giorni scorsi Decaro ha incontrato il presidente Schittulli per avviare una collaborazione in vista del l'importante passaggio istituzionale.

Durante l'incontro,  il presidente Schittulli ha dato anche la disponibilità a concedere per le attività istituzionali del IV Municipio (Carbonara Ceglie Loseto) i locali non utilizzati del plesso scolastico "Pietro Calamandrei" a Carbonara. "Con questa soluzione - ha dichiaratao Decaro - il Comune risparmierà circa 40.000 euro sul canone di locazione dell'attuale sede, mettendo invece a disposizione locali più adeguati alle esigenze del personale e dei cittadini".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Provincia chiude i battenti, Bari verso la Città metropolitana

BariToday è in caricamento