Politica

Infrastrutture, Bonanni: “A Bari non si investe da 15 anni”

Così il segretario nazionale della Cisl ha aperto il suo intervento alla presentazione delle liste Rsu in vista delle elezioni della prossima settimana nel capoluogo pugliese. "Per il rilancio dell'Italia - dice - serve spendere bene i finanziamenti"

Se a Bari non si investe da 15 anni, come nel resto d’Italia, come si può sperare nel rilancio dell’economia?”. Una domanda che nasconde già una risposta quella di Raffaele Bonanni, leader nazionale della Cisl che stamattina, dal palco di un gremitissimo Petruzzelli per la presentazione delle liste della Confederazione per le elezioni delle Rsu della prossima settimana, ha spiegato alla platea di iscritti il suo punto di vista su come riavviare l’economia di questa penisola.

Le sue considerazioni partono dal taglio delle tasse, allo sviluppo, passando per investimenti e ridistribuzione del salario a vantaggio dei lavoratori. Spiegando che il suo sindacato caldeggia ancora i “vecchi ammortizzatori sociali per i lavoratori di aziende in crisi”, punta l’attenzione su un altro tema caldo, quello della flessibilità: “Non possiamo avviare discorsi da soli. Parliamo con gli altri sindacati per avere un tavolo con il governo”. E a proposito di questo, sposta l’attenzione sul tanto discusso Articolo 18. Commenta: “E’ inutile continuare a discutere. Bisogna sedersi al tavolo con soluzioni concrete in mano”.

La parola d’ordine, per il segretario Cisl, per far sì che il motore dell’economia riprenda a girare è ‘Investire’: “C’è bisogno di investimenti da fare soprattutto e in primo luogo nel settore delle infrastrutture. Solo così - dice - si potranno riattivare i consumi e la gente può tornare a spendere. Ma oggi, se non ci sono gli stipendi o gli ammortizzatori sociali, il rilancio dell’Italia sarà veramente difficile”.

Ai cronisti che gli chiedono qualche considerazione sulla Fiat (che sta trasferendo le sue sedi all’Estero), Bonanni risponde: “In Italia non c’è solo la Fiat. Bisogna guardare anche agli altri piccoli imprenditori che giornalmente soffrono perché non sanno come mandare avanti la propria azienda ogni mese”. In chiusura profetizza: “Arriverà il momento in cui si penserà agli investimenti ma potrebbe essere tardi”.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Infrastrutture, Bonanni: “A Bari non si investe da 15 anni”

BariToday è in caricamento