Politica

Ragazzo picchiato, Sisto replica a Decaro: "Da parte sua sarebbe stato più opportuno un mea culpa"

Il legale del 23enne aggredito, parlamentare di Forza Italia, controreplica alle parole del sindaco Decaro che aveva criticato il suo 'doppio ruolo' di parlamentare di Forza Italia e difensore del 23enne vittima del pestaggio avvenuto a Bari il giorno della vigilia di Natale

"Quando non si ha alcun argomento per rispondere nel merito dei contenuti , la si mette  sul  personale". Così, in una nota, l'on. Avvocato Francesco Paolo Sisto risponde alle dichiarazioni del Sindaco di Bari, Antonio Decaro, seguite alla conferenza stampa tenuta dallo stesso Sisto in qualità di difensore del ragazzo aggredito lo scorso 24 dicembre nel pieno centro di Bari.

"A questo vecchio giochetto da asilo nido della politica politicante non intendo partecipare - prosegue Sisto -, altrimenti mi toccherebbe dire che, a differenza del Sindaco Decaro, non ho guadagnato il mio lavoro con posti fra Acquedotto e Anas, non ho mai vissuto della politica ( pur essendo fra i Parlamentari più produttivi), né ho subìto processi con Pubblici Ministeri che chiedono ancora oggi insistentemente la condanna".

"Dietro la ridicola difesa d'ufficio fatta da Decaro nei confronti della sua Amministrazione, si legge la consapevolezza della corresponsabilità per quanto è accaduto e continua ad accadere  in questa Città insicura e violenta: dopo Emiliano, Decaro è riuscito a fare di peggio. E non era facile. Scuse al ragazzo? Non bastano. Il Sindaco dovrebbe scusarsi con  tutti i baresi e risarcire i danni subiti dal giovane, vittima  della sua negligenza ed incapacità. Vista la situazione drammatica, da Decaro sarebbe stato più opportuno un sano (e magari costruttivo)  "mea culpa'", anziché assumere il ruolo di 'colpito e affondato'".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzo picchiato, Sisto replica a Decaro: "Da parte sua sarebbe stato più opportuno un mea culpa"

BariToday è in caricamento