Politica Murat / Via de Rossi

M5S, una 'mongolfiera' per far volare la Puglia: "Reddito minimo, sanità e casa"

Presentato, in vista delle Regionali 2015, il programma del Movimento. La candidata portavoce-presidente, Antonella Laricchia: "Dobbiamo creare l'humus necessario a far crescere le nostre piccole e medie imprese. Emiliano si tiene la delega alla Salute? Basta con frasi pressapochiste"

"Abbiamo utilizzato la metafora della mongolfiera perché è un mezzo di trasporto veloce e sostenibile che permetterà alla Puglia di prendere il volo attraverso agricoltura, pesca, turismo e ambiente sano, creando l'humus necessario a far crescere le piccole e medie imprese. Tutto questo genera lavoro e reddito che qualora non fosse garantito lo introdurremo in Regione appena possibile". Il Movimento Cinque Stelle apre ufficialmente la campagna elettorale in vista delle Elezioni pugliesi del 10 maggio e lo fa nella sede di via De Rossi assieme agli attivisti e alla candidata portavoce-presidente, Antonella Laricchia.

Un appuntamento proprio in contemporanea con la conferenza organizzata questa mattina da uno degli altri candidati in corsa, Michele Emiliano: "Crediamo sia una coincidenza - ha affermato Laricchia - anche perché la nostra era già stata convocata 3 giorni fa". Il Movimento ha illustrato il programma, immaginandolo come una mongolfiera composta da 16 parti, altrettanti punti per esprimere una nuova idea di politica, tra ambiente (no tap e tav), lavoro, acqua pubblica, casa per tutti, trasparenza e tagli alla burocrazia.

Uno degli snodi cruciali, sarà, però, quello della Sanità, soprattutto dopo l'annuncio del candidato del Centrosinistra di avocare a sé, in caso di vittoria, la delega assessorile: "Per noi è una cosa seria e non vi possono essere di dichiarazioni pressapochiste come quelle degli ultimi mesi. Nella Sanità c'è l'85% del bilancio regionale e stiamo ragionando con gli attivisti per trovare le persone migliori a cui affidarne l'amministrazione. Nel nostro programma abbiamo pensato alle case della salute per filtrare le emergenze e razionalizzare i costi".

Tra i punti illustrati da Laricchia anche un cavallo di battaglia del Movimento, il reddito minimo di cittadinanza: "Un gruppo di cittadini - spiega - sta lavorando da mesi per definire la proposta di legge di iniziativa popolare: le risorse si possono trovare investendo nella lotta alla corruzione che, nel 2013 è costata ben 30 milioni alla Puglia secondo il procuratore Generale dell Corte dei Conti. In più vi sono 11 milioni spesi in cesarei inutili, 1 milione in vitalizi, 5 milioni in comunicazione. E' sempre una questione di priorità e per noi lo è il reddito minimo. Le coperture dovrebbero garantire almeno i nuclei familiari con Isee zero, ad esempio, o semplicemente con la prima casa".

I vari pezzi che compongono la 'mongolfiera' sono stati realizzati dopo numerosi tavoli programmatici tra gli attivisti, sentiti numerosi cittadini durante i tanti incontri tenuti nelle principali località pugliesi, metodologia seguita anche da Emiliano e dalle sue 'sagre del programma': "Ci fa piacere ci emulino - fa notare Laricchia -  la partecipazione cittadina non è una bandiera, ma un modus operandi che preserviamo quando entriamo nelle istituzioni. Finalmente, vogliamo credere, si sono accorti dell'importanza di un programma condiviso e partecipato".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

M5S, una 'mongolfiera' per far volare la Puglia: "Reddito minimo, sanità e casa"

BariToday è in caricamento