Politica Murat / Via Sparano da Bari

"La nuova via Sparano costerà 1,5 milioni in più", Melini attacca il Comune

La consigliera di opposizione sui lavori per le intersezioni verdi: "La cifra va ad aggiungersi ai 3,6 milioni per il restyling. Perché continuare a spendere solo per questa strada?"

"Un milione e mezzo in più per realizzare le isole verdi di via Sparano, che si vanno ad aggiungere ai 3,6 di fondi sottratti al recupero delle periferie": la consigliera comunale Irma Melini (Scelgo Bari - Misto) punta il dito sul cantiere della strada per eccellenza dello shopping nel Murattiano, i cui lavori dovrebbero terminare nel 2018, considerando anche le intersezioni con piante e panchine che verranno costruite nei prossimi mesi, assieme alle ultime parti della riqualificazione degli isolati. Melini critica la 'road map' di un intervento cominciato nel 2016: "Il cantiere in corso d’opera - afferma - che non è mai stato un 'cantiere evento' come annunciato da Decaro, ha subito ben 8 varianti e si accinge a subire l’ennesima per la modica cifra di un milione in mezzo. Eppure, la vicina Via Argiro, anch’essa in procinto di restyling, vedrà impegnare per un’opera simile circa 800 mila euro. Come mai si continua a spendere sulla via centrale? Un milione e mezzo di euro per le “isole verdi”, che devo precisare, nulla hanno a che vedere con quanto richiesto dal Comitato o da oltre 5000 baresi sottoscrittori di una petizione ignorata da questa Giunta, perché sono “isole verdi” che occupano solo le intersezioni con le strade carrabili e non ingombrano, quindi, il famoso “cannocchiale” della Via Sparano".

Melini sottolinea che "era il 25 febbraio del 2017 quando Decaro consegnava alla Soprintendenza i nuovi elaborati del progetto per il parere, dopo 11 mesi, il 23 gennaio scorso il RUP risponde alla mia richiesta di aggiornamenti, condivisa dalla Commissione Lavori Pubblici, dicendo che non è ancora pronto il progetto definitivo, che la perizia di variante e suppletiva non è ancora stata approvata dalla Giunta e che sono stati messi a bilancio un milione e mezzo di euro nel Piano triennale delle Opere Pubbliche. Una cifra esorbitante - aggiunge -  se pensiamo che equivale a quasi metà dell’importo totale, che rientra nel motto di questa Amministrazione: 'Purché si spenda'. Beffa della sorte per noi baresi è poi sapere che il Comune di Bari non ha i soldi per far fronte all’emergenza abitativa".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La nuova via Sparano costerà 1,5 milioni in più", Melini attacca il Comune

BariToday è in caricamento