Sport

Bari-Brescia 1-1 | Errori e sprechi: Galano risponde a Daprelà

Una gara dalle tantissime occasioni sprecate da una parte e dall'altra finisce con un pareggio per 1-1. A decidere il match sono le reti, entrambe nel primo tempo, di Daprelà e Galano

Bari e Brescia decidono di non farsi male e dopo una partita con tantissime occasioni sprecate le due compagini si dividono la posta in palio pareggiando 1-1. Le reti del match, entrambe nel primo tempo, portano la firma di Daprelà e Galano. Con questo pareggio, quindi, i galletti restano alle spalle del Brescia raggiungendo quota undici punti in graduatoria.

IL MATCH - Il primo squillo del match arriva al quarto minuto: su un lancio dalle retrovie, Caracciolo fa da sponda in modo casuale per l'accorrente Lasik il quale, non appena dentro l'area di rigore biancorossa, calcia a botta sicura trovando la provvidenziale opposizione di Polenta che devia in corner. La difesa dei galletti dimostra che le disattenzioni viste a Castellamare di Stabia non sono state dimenticate e al quarto d'ora il Brescia passa in vantaggio grazie ad un regalo biancorosso: sugli sviluppi di un corner, Sabelli colpisce male di testa servendo Daprelà al limite dell'area piccola. L'esterno svizzero, completamente libero da marcatura, ha tutto il tempo di controllare e trafiggere Lamanna di sinistro. La risposta biancorossa arriva al 19' con il solito Bellomo il quale si libera al limite e lascia partire un sinistro potentissimo ma troppo centrale con Arcari che respinge. Un minuto dopo, episodio da moviola con lo stesso numero dieci dei galletti che, direttamente da corner, trova una traiettoria respinta in affanno da Arcari a ridosso della linea di porta. Difficile stabilire se la sfera superi la linea o meno ma Tommasi, fra le proteste dei biancorossi, lascia giocare. Al 22', invece, altra colossale dormita della retroguardia dell'undici di Torrente che permette a Scaglia, lanciato da un filtrante preciso di Saba, di presentarsi a tu per tu con Lamanna. Il portiere comasco, però, salva i suoi respingendo la conclusione del centrocampista delle rondinelle con il corpo. Il Bari, comunque, cresce e al 31', su una veloce ripartenza, Caputo trova lo spazio per scagliare un sinistro al giro sul secondo palo sventato in tuffo in corner dall'attento Arcari. Il Brescia si vede solo a fiammate ma quando ci prova è pericolosissimo come al 40' quando Caracciolo, dopo essersi liberato sulla trequarti, lascia partire un destro potentissimo che supera Lamanna ma si stampa sulla faccia alta della traversa. Un minuto dopo altra occasionissima per i biancoazzurri: l'altissima retroguardia del Bari fa acqua sull'inserimento di Lasik che, a sua volta, serve Zambelli, lasciato solissimo in piena area di rigore. L'esterno destro del Brescia si dimostra, per fortuna dei galletti, un difensore e spreca calciando incredibilmente al lato. Come si suol dire "gol sbagliato, gol subito" e al 44' il Bari pareggia: Sabelli si incunea nel cuore della retroguardia lombarda e serve un cioccolatino a Galano il quale, dall'altezza del dischetto, trafigge con una conclusione potente e precisa l'incolpevole Arcari. E' l'ultimo sussulto di un primo tempo intensissimo che, quindi, si conclude con il punteggio di 1-1.

La ripresa comincia con ritmi più blandi ma al 61' arriva ancora una colossale dormita dei tre centrali biancorossi: su un rilancio addirittura effettuato dal portiere Arcari, il neoentrato Rossi scatta in posizione regolare per presentarsi puntuale al 'rendez-vous' con Lamanna il quale, ancora una volta, si dimostra provvidenziale chiudendo lo specchio al centrocampista scuola Juventus. Al 64' ancora Caracciolo pericoloso con un rasoterra su punizione che sfiora il palo alla destra del numero uno biancorosso. Una doppia incredibile occasione, però, capita sui piedi di Caputo al 70': Iunco recupera benissimo palla in area lombarda e serve il capitano biancorosso all'altezza del dischetto per un tap-in comodissimo. L'attaccante di Altamura, in modo inspiegabile, prima cicca il palllone e poi, con la sfera ancora a disposizione, calcia debolmente permettendo alla retroguardia del Brescia di salvare sulla linea. I lombardi calano e il Bari all'83' ha un'altra occasione enorme: Albadoro, entrato trenta secondi prima, si ritrova da solo contro Arcari dopo una precisa sponda di Caputo ma anche l'attaccante campano spreca calciando di sinistro al lato. E' l'ultimo squillo di un match bello ma condito da innumerevoli errori sottoporta: il Bari non centra il pokerissimo davanti al proprio pubblico e sale a quota undici punti in classifica.

LA SVOLTA DEL MATCH - I tanti errori sottoporta hanno fornito la svolta del match. Da una parte e dall'altra, infatti, sono state tantissime le occasione divorate in modo clamoroso. Con qualche errore in meno il risultato sarebbe stato diverso e una delle due squadre, probabilmente, sarebbe stata premiata con i tre punti.

TABELLINO

BARI(3-4-3) - Lamanna; Ceppitelli, Claiton, Polenta(85'Borghese); Sabelli, Bellomo, Romizi, Defendi; Iunco(82'Albadoro), Caputo, Galano(66'Sciaudone). A disposizione: Pena, Ristovski, Filkor, Fedato. Allenatore: Vincenzo Torrente.

BRESCIA(3-5-1-1) - Arcari; Salamon, Stovini, De Maio; Zambelli, Scaglia(59'Rossi), Budel, Lasik, Daprelà; Saba(72'Corvia); And.Caracciolo. A disposizione: Russo, Ant.Caracciolo, Bouy, Martina Rini, Picci. Allenatore: Alessandro Calori.

Arbitro: Tommasi di Bassano del Grappa

Marcatori: 15'Daprelà(Br), 44'Galano(Ba)

Espulsi: Nessuno

Ammoniti: Caracciolo(Br), Stovini(Br), Defendi(Ba), Daprelà(Br)

LE PAGELLE

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bari-Brescia 1-1 | Errori e sprechi: Galano risponde a Daprelà

BariToday è in caricamento