Mercoledì, 16 Giugno 2021
Attualità

San Nicola in tempi di Covid, messe in Basilica tra ingressi contingentati e dirette tv: così Bari celebra il suo patrono

La città vive la sua seconda festa patronale segnata dalle restrizioni anticontagio: dall'alba le messe a numero limitato, mentre non si terranno gli eventi di massa che consuetamente si svolgono questa giornata, come la tradizionale 'processione a mare'. Prevista una serie di limitazioni al traffico e divieti di transito nelle piazze

Una festa di San Nicola anche quest'anno diversa, trasformata dalle restrizioni Covid che rendono impossibili le tradizionali celebrazioni pubbliche. Così, dopo lo spettacolo teatrale a porte chiuse sul sagrato della Basilica, che ieri ha sostituito il corteo storico, sarà un 8 maggio senza 'processione a mare', non ci saranno bancarelle e pellegrini. 

Le celebrazioni religiose in Basilica, però, non si fermano, sebbene con ingressi contingentati per le messe (potranno accedere un massimo di 130 fedeli, al contrario dell'anno scorso, quando si svolsero completamente a porte chiuse, con la sola partecipazione dei sacerdoti e del sindaco). Nell'omelia della messa all'alba, il rettore della Basilica, padre Giovanni Distante, ha evocato i tradizionali appuntamenti di questa giornata di festa dedicata al Santo patrono, per poi ricordare le gesta dei 62 marinai: "Per il secondo anno consecutivo, alla fine di questa celebrazione - ha detto padre Distante - non ci sarà la tradizionale “processione a mare”, la santa messa sul molo, la benedizione del mare, l’imbarco e lo sbarco della Statua del Santo, il pellegrinaggio al motopeschereccio durante l’intera giornata, e in serata al Tempietto in piazza del Ferrarese. Tuttavia queste necessarie misure restrittive non possono impedirci di fare memoria ed esaltare l’audacia dei 62 marinai, che su ispirazione divina, come riferiscono le cronache del tempo, nel 1087 traslarono le reliquie di San Nicola da Mira a Bari. Evento che cambiò per sempre la vita religiosa, sociale, culturale di questa nostra città che da mille anni si identifica con il culto nicolaiano, nel quale si sentono legati milioni di fedeli e devoti d’Oriente e d’Occidente sparsi nel mondo intero".

Le messe proseguiranno per l'intera giornata. Alle ore 18.00 è prevista la solenne Concelebrazione Eucaristica presieduta dall'arcivescovo Satriano, che sarà trasmessa in diretta tv su TeleNorba e TeleNorba TG24 (canale 510 Sky). Domani, oltre alle messe, si terrà il prelievo della sacra manna (qui il programma completo delle celebrazioni).

Per consentire ai fedeli di raggiungere la Basilica, l'Amtab ha attivato un piano speciale per navette e park&ride (qui tutte le informazioni). Previste anche una serie di limitazioni al traffico tra lungomare Imperatore Augusto e Bari vecchia (qui tutte le informazioni).

Tra gli eventi organizzati in occasione dei tre giorni di festa, si segnala la mostra all'aperto promossa dall'associazione 'I custodi della Bellezza', visitabile fino al 22 maggio, che si snoda da piazza Federico II di Svevia sino all'arco Angioino.

(foto archivio)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Nicola in tempi di Covid, messe in Basilica tra ingressi contingentati e dirette tv: così Bari celebra il suo patrono

BariToday è in caricamento