rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Ai domiciliari dopo i blitz contro i clan di Japigia, tornano in carcere Radames Parisi e Antonio De Fano: "Contatti con altri pregiudicati"

Si tratta del procugino del boss di Japigia e del 36enne De Fano detto 'Ciccigomma': per entrambi i carabinieri hanno accertato la violazione delle restrizioni imposte. Guardia alta degli investigatori sui possibili tentativi di riorganizzazione dei gruppi criminali del quartiere

Arrestati nell'ambito di due blitz di carabinieri e polizia, che nel 2019 hanno inferto un duro colpo ai clan Parisi e Palermiti di Japigia,  dopo un periodo in carcere avevano ottenuto i domiciliari. Ma per Radames Parisi detto “Mames”, classe '84, procugino di Savino Parisi, e per Antonio De Fano, 36enne, detto 'Ciccigomma', in questi giorni si sono riaperte le porte del penitenziario barese.

Come già accaduto a inizio dicembre per altri quattro soggetti coinvolti negli stessi blitz, tornati in carcere nell'ambito dell'operazione 'Rewind', i carabinieri del Nucleo Investigativo di Bari hanno accertato per Parisi e De Fano la violazione delle prescrizioni imposte dalle misure cautelari: in particolare, i due, violando le restrizioni imposte, avrebbero mantenuto contatti con altri soggetti, alcuni dei quali pregiudicati.

Le violazioni sono state accertate nell’ambito di una specifica manovra investigativa condotta dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Bari, sotto il coordinamento della Procura Distrettuale Antimafia di Bari, volta a verificare l'eventuale sussistenza di tentativi "di riassetto dei gruppi criminali operanti su Japigia e la riorganizzazione dei traffici illeciti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ai domiciliari dopo i blitz contro i clan di Japigia, tornano in carcere Radames Parisi e Antonio De Fano: "Contatti con altri pregiudicati"

BariToday è in caricamento